«Ci vogliono almeno due milioni di voti alle Primarie»

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando al Circolo culturale 4 alla Farnesiana in vista delle Primarie Pd di domenica 30 aprile: «Il Pd ha bisogno di un segretario a tempo pieno»

Giulia Piroli e Andrea Orlando

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha fatto tappa questa mattina al circolo culturale 4 alla Farnesiana in vista delle Primarie del Partito Democratico. Lo spezzino è infatti uno dei tre candidati alla segreteria del partito, insieme a Matteo Renzi e Michele Emiliano. Orlando, accolto dai sostenitori piacentini della sua mozione – capeggiati dall’assessore alle politiche scolastiche Giulia Piroli, ma c'erano anche Andrea Fossati, Annalia Reggiani e Marcello Petrini -, ha parlato al circolo nella mattinata del 24 aprile. Il primo pensiero, parlando alla stampa, è andato alla liberazione in Turchia del reporter italiano Gabriele Del Grande. «C’è grande soddisfazione – ha spiegato Orlando - perché ritorna un nostro concittadino, un professionista che si batte per una informazione libera. Naturalmente non può che suscitare preoccupazione comunque la situazione che si è creata in Turchia. Ci sono ancora molti giornalisti nelle carceri turche, con diversi pretesti. Ci deve far mantenere alta la preoccupazione».

Altro tema del giorno è il risultato del primo turno francese, con l’approdo al ballottaggio di Emanuel Macròn e del Front National di Marine Le Pen. «Penso che sia una notizia positiva: la Le Pen non ha sfondato, l’ondata parafascista non ha sfondato, una forza che avrebbe messo in crisi un percorso di integrazione europea. Macron è un candidato che crede con forza nell’Europa, noi tifiamo lui al ballottaggio». Il Partito Socialista francese però ha raccolto pochi voti. «Scompaiono le forze di centrosinistra e sinistra. Quando s’insegue la destra sul terreno dell’euroscetticismo, vengono premiate le forze che sono coerenti in questo. È una lezione anche per l’Italia. L’Europa non è un posto dove andare a battere i pugni, è un luogo dove mettere il cuore e la nostra passione».

Domenica 30 aprile si vota per le Primarie. Orlando nelle ultime ore ha polemizzato con Renzi sulla possibile affluenza ai seggi del partito. «Non sono polemiche – precisa il ministro-candidato - l’altra volta gli iscritti erano 600mila e i partecipanti alle Primarie tre milioni. Abbiamo perso un pezzo degli iscritti nel frattempo, credo perciò che la soglia giusta sono i due milioni di votanti. Andare sotto questa soglia significa che il partito dà qualche segnale di affaticamento. Così si renderebbe più problematica la corsa alle Amministrative e alle prossime Politiche». Altra osservazione di Orlando è quella sulla necessità di un segretario a tempo pieno, non impegnato nella corsa al Palazzo Chigi. «Non basta che stia scritto nello statuto questo – ha precisato -  andiamo verso un sistema politico meno maggioritario del passato, occorrerà fare una coalizione e dedicarsi alla sua costruzione, e anche dedicarsi un po' al partito che non mi pare in condizioni eccezionali. Quella di non candidarmi a diventare premier è una mia scelta, è una condizione necessaria per mantenere quella vocazione maggioritaria che il Pd vuole fin da sempre. Ci vuole un segretario a tempo pieno per un Pd pluralista».  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camionista ucciso a Fiorenzuola, sul tir dell’imputato 8 coltelli

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada in bici, muore una donna

  • Si ribaltano nel campo dopo la nottata in discoteca, illesi cinque giovani

  • Maltempo in arrivo sul Piacentino, allerta per temporali e frane

  • Foto tra ragazzini a cavallo del Milite Ignoto. L'ira del sindaco: «Offensivo per la Nazione, denunciateli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento