Consiglio comunale, Gloria Zanardi si avvicina alla maggioranza

La consigliera comunale del Gruppo Misto (ex Liberi) ha votato a favore del bilancio e si appresta a rinforzare la maggioranza: «Mi riconosco nei valori del centrodestra e le scelte di questo bilancio, come il non aumento della tassazione, rispecchiano quei valori»

Gloria Zanardi (Gruppo Misto)

«Ci sarà sempre qualcuno che non comprenderà una tua scelta. Ma si sceglie per proseguire, non per essere compresi». Con questa “massima” affidata ai social, la consigliera comunale del Gruppo Misto Gloria Zanardi sembra prevenire le possibili critiche nei confronti del suo imminente ricollocamento a Palazzo Mercanti. Dopo aver votato favorevolmente nella nottata di sabato scorso il bilancio previsionale 2019, Zanardi ha mandato un chiaro messaggio all’Amministrazione Barbieri e alla maggioranza. Si riconosce infatti nelle ultime scelte politiche prese dalla Giunta, tanto da sentirsi ormai parte della maggioranza di centrodestra. Per questo ha dato il suo assenso al bilancio, che è passato senza problemi di numeri al pallottoliere, ma che ha comunque compensato il non voto dei Liberali Piacentini, Antonio Levoni e Gian Paolo Ultori, da qualche settimana distanti dall’indirizzo dato dal sindaco Barbieri e dalla sua Giunta, su alcune questioni.

Come detto, Zanardi con il messaggio affidato ai social ha voluto mettere le mani avanti. D’altronde non tutti – è evidente - potranno leggere positivamente il suo spostamento. Già in giovanissima età militante di Forza Italia (la madre Maria Lucia Girometta l’ha preceduta in Consiglio comunale tra i banchi degli azzurri), alle Comunali del 2017 – dopo un periodo di dissidi con la segreteria provinciale del suo partito – aveva preferito candidarsi nella civica di Massimo Trespidi, abbandonando la casa del centrodestra. Con 336 preferenze si è vista aprire le porte di Palazzo Mercanti, seppure in minoranza, nel gruppo di “Liberi” con lo stesso candidato sindaco Trespidi e Mauro Monti. Dopo pochi mesi – nel febbraio 2018 – ha però cambiato idea. Ha così lasciato il gruppo civico e la sua associazione per costituire il Gruppo Misto (dove è poi stata raggiunta da un altro transfuga di Forza Italia, lui però eletto sotto il simbolo degli azzurri: Michele Giardino). Stando in minoranza, Zanardi, ha incalzato l’Amministrazione su alcuni dei suoi “cavalli di battaglia”: numerosi gli atti ispettivi su cura e degrado della città, viabilità, segnalazioni dei cittadini, politiche abitative. Su alcune questioni ha anche battibeccato con il sindaco Barbieri e alcuni componenti della Giunta, nel corso di questi due anni. Negli ultimi tempi, tuttavia, le cose sono cambiate e un riavvicinamento c’è stato.

«La mia esperienza e i miei valori – aveva spiegato Zanardi nei giorni scorsi motivando la scelta di approvare il documento di bilancio – sono sempre stati di centrodestra. Le scelte di questo bilancio, come il non aumento della tassazione, rispecchiano quei valori. Dunque il mio è un voto sia politico sia di incoraggiamento alla Giunta». Il sindaco Patrizia Barbieri aveva subito espresso in aula il proprio personale apprezzamento per la scelta di votare il documento, accompagnando il ringraziamento a Zanardi da una stoccata per i Liberali: «Non comprendo invece la loro decisione di non votare il bilancio, abbiamo sempre deciso tutti assieme». Ora, Zanardi, è vicinissima al rientro nella maggioranza di centrodestra.

Potrebbe interessarti

  • I 5 cani più intelligenti del mondo

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • Come tenere lontano i parassiti dagli animali domestici

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy

I più letti della settimana

  • I 5 cani più intelligenti del mondo

  • Scontro in curva tra una moto e un furgone: feriti due giovani

  • Tre chili e mezzo di cocaina purissima nell'armadio: «Ecco la droga per la movida piacentina»

  • Travolto da un'auto sulla Castellana, gravissimo un ciclista

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • «Ho preso la patente in Marocco», ma era falsa: piacentino nei guai per l'ennesima volta

Torna su
IlPiacenza è in caricamento