Consiglio comunale, Michele Giardino lascia Forza Italia ed entra nel Gruppo Misto

Il consigliere comunale lascia il gruppo di appartenenza a poche ore di distanza dalla ristrutturazione dei vertici del partito, che non lo vedono coinvolto insieme ad altri azzurri

Michele Giardino, ora nel Gruppo Misto

Non è evidentemente andata giù al consigliere comunale Michele Giardino la distribuzione degli incarichi del suo partito, Forza Italia, a livello provinciale e comunale. Nelle scorse ore il coordinatore provinciale azzurro Jonathan Papamarenghi ha comunicato alla stampa l’organigramma del partito, ristrutturato. Nel lungo elenco di nomi non compaiono alcuni esponenti in vista di Forza Italia, come il vicesindaco di Caorso Fabio Callori o Gianluca Argellati. Tra questi, anche lo stesso Giardino, dal 2017 consigliere comunale di Forza Italia a Piacenza. Nella giornata di oggi Giardino ha così presentato le sue dimissioni, chiedendo di passare al Gruppo Misto, dove farà compagnia a Gloria Zanardi (anch’essa con un passato in Forza Italia). «Passo al Gruppo Misto ma resto politicamente all’interno della maggioranza – scrive Giardino nella missiva che ha indirizzato al Comune di Piacenza - che sostiene il sindaco Patrizia Barbieri e la sua Giunta». 

Per Forza Italia l'addio fa rumore. «Ho avvertito da tempo la sensazione – ha poi commentato a margine lo stesso consigliere - di non essere reputato all’altezza dell’importante progetto politico che Forza Italia si è dato a Piacenza. Dopo le recenti nomine fatte dal Commissario Papamarenghi e la selezione di personalità di primissimo livello da egli compiuta, ne ho avuto la certezza. L’obiettivo – a livello provinciale – di rilanciare il partito, di rinnovare i suoi quadri direttivi e di ricucire le varie anime in dissidio è davvero ambizioso e richiede l’impegno dei migliori. È diritto-dovere di un leader circondarsi di quelle risorse che per serietà, preparazione e credibilità possano aiutarlo a tagliare il traguardo prefissato. Con un atto di intelligenza tout court, prima che di intelligenza politica, prendo coscienza di non essere ritenuto adeguato allo scopo. Lascio quindi il gruppo consiliare di Forza Italia e transito nel gruppo misto. Ciò consentirà ai colleghi del gruppo di Forza Italia di svolgere al meglio la loro azione amministrativa e al sottoscritto di onorare più liberamente l’impegno assunto con i propri elettori. Mi dimetto dall’incarico di vicepresidente della Commissione consiliare n. 3 – Servizi sociali, cultura e sport. Resto politicamente all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Patrizia Barbieri e la sua Giunta. Resto tesserato di Forza Italia, i cui valori liberali, cattolici e di moderazione politica mi appartengono ancora e nonostante tutto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

Torna su
IlPiacenza è in caricamento