Danni dell’alluvione e sviluppo, arrivano altri soldi per la montagna

Murelli (Lega): «Grazie anche all’impegno del ministro Stefani, stanziati i fondi per 10 Comuni piacentini. Serviranno per il ripristino delle aree danneggiate, per la prevenzione del dissesto idrogeologico, per l’agricoltura, per l’artigianato e per il commercio»

Stefani e Murelli

«Arrivano altri i soldi per la montagna e sono contenta, perché il Governo, e in particolare il ministro Erika Stefani, sta facendo ciò che ha promesso. A Piacenza sono 10 le località che beneficeranno del fondo integrativo per i Comuni montani». Lo afferma la deputata della Lega, Elena Murelli, dopo la nota del Dipartimento del ministero degli Affari regionali che stanzia il denaro per le aree danneggiate dall’alluvione 2018, per la prevenzione del dissesto idrogeologico, per la promozione del turismo, dell’agricoltura, dell’artigianato e per il commercio dei prodotti di prima necessità. Il fondo, di oltre 16 milioni di euro, è gestito dalla presidenza del Consiglio.

«Il ministero - spiega Murelli - ha accolto la proposta di sdoppiare le aree, erano 34, che sono diventate 68 come chiesto da Anci e Upi. Prosegue, con questo impegno, un percorso di sviluppo della montagna a cui la Lega ha da sempre prestato molta attenzione».

I Comuni piacentini che potranno accedere ai fondi sono: Bettola, Bobbio, Cerignale, Coli, Corte Brugnatella, Farini, Ferriere, Morfasso, Ottone e Zerba.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

  • Travolto da un furgone mentre attraversa la Provinciale sulle strisce, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento