Decreto fiscale approvato in Commissione finanze: «Ecco le misure volute dai 5 Stelle»

È stato approvato stanotte in Commissione Finanze alla Camera il Decreto Fiscale. Zanichelli (5 Stelle): Dentro edilizia scolastica, straordinari ai vigili del fuoco, contrasto all'evasione fiscale e riduzione dell'Iva sui prodotti per l'igiene

È stato approvato stanotte in Commissione Finanze alla Camera il Decreto Fiscale, quel provvedimento che contiene, oltre a misure volte al contrasto della grande evasione e inaspriscono le pene per chi froda il fisco un fenomeno che costa agli italiani onesti quasi 100 miliardi di euro l'anno, e i vantaggi per i cittadini che utilizzano abitualmente il bancomat e le monete elettroniche in generale. «Ma numerose commenta il deputato pentastellato Davide Zanichelli, che fa parte della stessa Commissione Finanze - sono state le misure aggiunte in favore dei cittadini attraverso la lunga discussione parlamentare e gli emendamenti approvati in commissione, che migliorano il testo e danno ulteriori risposte agli italiani».

«Prima di tutto la possibilità di risparmiare sui premi assicurativi, tramite un emendamento del collega Andrea Caso, si potrà beneficiare ora della fascia assicurativa più bassa fra tutti i veicoli di proprietà del nucleo familiare. Ad esempio, nell’ipotesi in cui si disponga di un motorino in 14esima fascia e di un'auto in prima, a partire dal prossimo rinnovo dell'assicurazione, anche per il motorino si passerà in Movimento 5 Stelle-8prima fascia, con un risparmio considerevole sul premio pagato».

«Inoltre, sul sistema dei giochi tramite due emendamenti di cui uno sottoscritto personalmente, aumentiamo i controlli preventivi antimafia nei rinnovi delle concessioni del settore e, se tutti i giochi elettronici (come slot e videolottery) dovranno essere registrate, abbiamo escluso i biliardini tramite la proposta del collega 5 stelle Perantoni».

«Introdotta anche la misura per ridurre l'aliquota iva al 5% sui prodotti per l'igiene femminile sostenibili. Questa è una buona notizia per le donne e per l'ambiente come ha ricordato la collega 5 stelle Martinciglio, prima firmataria dell'emendamento riformulato dal Governo».

«Positivi anche i 180 milioni per poter pagare gli straordinari arretrati dei Vigili del Fuoco, che dimostrano l'attenzione del Governo per chi garantisce ogni giorno la nostra sicurezza. Si tratta di un altro passo per raggiungere l'obiettivo della parità di trattamento con gli altri corpi di polizia».

«Bene anche le due misure per l'edilizia scolastica: con la prima facciamo in modo che la quota dell'8 per mille allo stato destinata all'edilizia scolastica non possa avere altre finalità. In più istituiamo un fondo specifico a tale scopo presso la Presidenza del Consiglio per finanziare interventi di messa in sicurezza, riqualificazione energetica degli edifici scolastici pubblici, compresi quelli a seguito delle verifiche di vulnerabilità sismica che dotiamo subito di 5 milioni per il 2020 e 10 milioni per gli anni successivi».

«A firma 5 Stelle anche l'emendamento per garantire incentivi anche per le motoairbag. Una misura che nasce dall'esigenza di tutelare l’incolumità dei conducenti e dei passeggeri di motocicli e ciclomotori, utenti della strada ritenuti vulnerabili in quanto più esposti al rischio rispetto ad altre tipologie di utenti. Con questo emendamento si concede il beneficio indistintamente a chiunque decida di comprare un dispositivo motoairbag e la detrazione si applica anche ai contribuenti che acquistino tali dispositivi per soggetti fiscalmente a carico».

«Infine, ottime notizie anche riguardo al tema delle false cooperative grazie ad un emendamento della relatrice Ruocco, di concerto con il nostro Raffaele Trano, abbiamo evitato che le ritenute sulla manodopera vengano versate dall'impresa committente. Rimane la lotta all'evasione sulle ritenute delle imprese appaltatrici o sub appaltatrici, che caratterizzano le cooperative spurie, un fenomeno che colpisce purtroppo il nostro tessuto economico a danno degli imprenditori onesti. Sappiamo benissimo che c'è ancora molto da fare per avere un fisco più equo, ma stiamo muovendo i passi con l'obiettivo di una maggior intransigenza per chi fa il furbo, e vantaggi per chi è onesto e ha maggiori necessità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento