Dissesto, finanziati due interventi da 700mila di euro in Valtidone e Valdarda

Il Movimento 5 Stelle: «La tutela del territorio è finalmente una priorità grazie alla nostra azione»

«Lotta al dissesto idrogeologico: due interventi per 700 mila euro in provincia di Piacenza», lo dichiarano i parlamentari del Movimento 5 Stelle Davide Zanichelli, Maria Edera Spadoni, Maria Laura Mantovani e Gabriele Lanzi. «Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dato il via alle azioni previste nel Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico lanciato a febbraio, un piano concordato con le Autorità di Bacino, i Commissari di Bacino ed i Commissari per l’Emergenza insieme alle Regioni che prevede l’avvio della spesa già nel 2019 dei primi 263 interventi per oltre 315 milioni di euro, di questi 21 milioni per la Regione Emilia-Romagna e 700 mila in provincia di Piacenza», spiegano gli esponenti pentastellati.

«Nello specifico si tratta di un intervento per alluvione e uno per frane. Il primo interessa i Comuni di Castel San Giovanni e Borgonovo Val Tidone per un importo totale di 600 mila euro di cui 400 mila finanziati dal Ministero e la restante parte dalla Regione Emilia-Romagna per il ripristino della funzionalità idraulica del Rio-Lora e il risezionamento alveo e difese spondali dei Rii Carona e Boriacco.  L'intervento riguardante le frane interessa, invece, i Comuni di Morfasso, Alseno, Carpaneto Piacentino, Castell'Arquato, Gropparello, Lugagnano Val D'Arda, Vernasca per un importo totale di 1,5 milioni di euro di cui 300 mila finanziati dal Ministero, mirati al consolidamento dei versanti a difesa di abitati nel bacino del torrente Arda», spiegano i parlamentari del Movimento 5 Stelle.

«Il Ministro Costa in questo anno ha prima dovuto sburocratizzare, approvando il Decreto "Cantiere Ambiente” le procedure che prima comportavano circa due anni di rimpalli tra enti per approvare un progetto, tempo ora sceso praticamente a soli tre mesi, e adesso ha approvato questa lista di interventi in quanto immediatamente cantierabili» spiegano i parlamentari e consiglieri regionali pentastellati. «Come ha spiegato il Ministro dell’Ambiente Costa nel documento relativo al Piano Stralcio 2019, gli interventi scelti sono quelli che Regioni e Province autonome hanno ritenuto essere di più celere attuazione, a prescindere dal livello di progettazione disponibile, e che sono necessari per la tutela della sicurezza della popolazione del territorio», spiegano i parlamentari del Movimento 5 Stelle. «Sono queste le tante piccole opere utili che servono per salvaguardare l’Italia, l’ambiente e la sicurezza dei cittadini e rilanciare in maniera virtuosa la nostra economia mettendo al primo punto la sostenibilità ambientale. Grazie all’azione politica del Movimento 5 Stelle e del ministro Costa la lotta al dissesto idrogeologico è finalmente una priorità in Italia», concludono Zanichelli, Spadoni, Mantovani e Lanzi.

Potrebbe interessarti

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Ricetta della sangria, consigli per un aperitivo estivo

I più letti della settimana

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Arrestata per omicidio a Ravenna, a Piacenza era già finita nei guai per stalking e resistenza

  • Omicidio in piadineria a Ravenna, la coppia è di Travo

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Travolto in bici da un furgone, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento