Pd al 41%, in città sfonda quota 45%. Bolzoni (Fi) è la piacentina più votata con 2395 preferenze

Il Partito Democratico "doppia" Movimento 5 Stelle e Forza Italia. La Lega Nord al 10%, Fratelli d'Italia nel Piacentino supera il 4%. Elisabetta Bolzoni (Fi) è la piacentina più votata con 2395 preferenze. Stragliati (Lega) ne ottiene 1860, Freda (Idv) 540, Burgio (Maie) 73

Il Partito Democratico fa il pieno di voti anche a Piacenza e provincia. Con 57.502 voti (il 41,28%), è di gran lunga il partito più votato nel Piacentino, arrivando addirittura a doppiare i più diretti inseguitori. Il Movimento 5 Stelle ottiene infatti il 18,29% (25.487 voti), mentre Forza Italia pur fermandosi al 17,80% (24.797) rappresenta un dato leggermente migliore rispetto a quanto successo nel resto d’Italia. Lega Nord al 10,32% (14.380 voti), Fratelli d’Italia – almeno qua a Piacenza e provincia – supera di poco la soglia del quattro per cento, arrivando al 4,07% (5675). Tzipras raccoglie nel nostro territorio meno rispetto alla media nazionale (3,19%), Nuovo Centrodestra-Udc si ferma al 2,64%. Lontane le altre liste (Verdi 0,85%, Italia dei Valori 0,60%, Scelta Europea 0,52%, IoCambio-Maie 0,23%, Svp 0,16%). 

In città il Pd aumenta il distacco, sforando il 45% (20.119 voti), Movimento 5 Stelle al 16%, Forza Italia al 15%. La Lega Nord in leggere calo rispetto al dato provinciale (8,21%), al contrario Tzipras raccoglie il 4,26%, Fratelli d’Italia 3,91%, il NuovoCentrodestra-Udc 3,14%.

Anche per questa volta nessun candidato piacentino siederà nell’europarlamento di Bruxelles. Buoni risultati per i quattro candidati piacentini, ma nessuna chance di elezione. Elisabetta Bolzoni di Forza Italia è il candidato piacentino che ha raccolto più preferenze nella circoscrizione nord-orientale, con 2395. Prima arrivata del suo partito, Elisabetta Gardini, già europarlamentare uscente, che ha conquistato 67.818 voti. Valentina Stragliati ha invece ottenuto 1.860 preferenze: nella sua stessa lista il segretario Matteo Salvini ha preso 108.661 preferenze, mentre il sindaco di Verona Flavio Tosi 99.114. Il segretario regionale dell’Italia dei Valori, la piacentina Sabrina Freda ha ottenuto 540 voti, terza assoluta nella lista dipietrista, dietro le 879 preferenze di Ignazio Messina e le 766 di Antonino Pipitone. Loris Antonio Burgio, tra i ranghi della lista “IoCambio-Maie” si è conquistato 73 voti (i primi della sua compagine sono stati Maria Cristina Sandrin con 628 e Davide Vannoni con 251). 

Alessandra Moretti del Pd è la candidata più votata nella nostra circoscrizione con 230mila preferenze (di cui 3.167 provenienti dal piacentino): con lei, molto probabilmente andranno a Bruxelles Flavio Zanonato, Cecilie Kyenge, Paolo De Castro  e Isabella De Monte. Per Forza Italia la più votata in provincia è stata Elisabetta Gardini (1402 contro le 1331 di Bolzoni). Salvini (3604) e Giorgia Meloni (1508) sono stati i più votati per Lega Nord e Fratelli d’Italia. Il parmigiano Francesco Rossi è il candidato grillino più votato nel nostro territorio, con 524 preferenze.

L’affluenza delle elezioni europee in città si è attestata alle ore 23, orario di chiusura dei seggi, al 65,50%. Cinque anni fa fu del 74,48%. Il dato è comunque superiore alla media nazionale, ferma al 58,62% (nel 2009 era al 66,48%). I comuni in cui si è votato di più sono Caminata (85%), Piozzano (84%) e Corte Brugnatella (81,36%). I dati più bassi sono stati registrati in Alta Val Nure, a Bettola (48%) e Ferriere (43%). Cinque anni fa, nel 2009, andò a votare il 74,48% dei piacentini, ovvero 167.924 elettori su 225.172 aventi diritto. In quell’occasione si rinnovava anche l’amministrazione provinciale (vinse il centrodestra con Massimo Trespidi) e le giornate di voto erano due. A quelle elezioni il Pdl prese il 34,18%, Pd 25,74%, Lega Nord 16,73%, Italia dei Valori 6,71%, Udc 4,76. In città prevalse sempre il Pdl con il 33,8%, Pd 28%, Lega Nord 13,7%, e Italia dei Valori 8%.

Piacenza e provincia fanno parte della circoscrizione Nordest (che comprende le regioni Emilia-Romagna, Veneto, Trentino Alto-Adige, Friuli Venezia Giulia) che arriva ad eleggere 14 europarlamentari. La soglia di sbarramento per avere diritto a uno dei 73 seggi italiani è fissata al 4 per cento Nella precedente tornata del 2009 furono eletti europarlamentari Antonio Cancian, Giovanni Collino, Elisabetta Gardini, Amalia Sartori, Sergio Berlato (Pdl), Debora Serracchiani, Luigi Berlinguer, Vittorio Prodi, Salvatore Caronna (Pd), Luigi De Magistris (Idv), Mara Bizzotto, Giancarlo Scottà, Lorenzo Fontana (Lega Nord), Tiziano Motti (Udc). Mai nessun piacentino è arrivato a Bruxelles: sono candidati a queste elezioni europee Sabrina Freda (Italia dei Valori), Valentina Stragliati (Lega Nord), Elisabetta Bolzoni (Forza Italia) e Loris Burgio (Lista Io cambio-Maie). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • Rapinato e picchiato sotto casa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento