Elezioni Regionali, Paola Gazzolo non si ricandida

L’assessore uscente del Pd si chiama fuori: «Con Bonaccini abbiamo governato bene, darò una mano per vincere ma non mi ricandido»

Paola Gazzolo

Paola Gazzolo, assessore della Giunta regionale (all'ambiente e alla protezione civile) del presidente Stefano Bonaccini, non si ricandiderà alle prossime Elezioni Regionali del 26 gennaio. Lo ha annunciato lei stessa con un messaggio su Facebook, rivolto a militanti e simpatizzanti del suo partito, il Partito Democratico. L’unica esponente piacentina della Giunta Bonaccini non sarà così in corsa nelle liste dem alle prossime Regionali. Cinque anni fa si candidò in tandem con Alessandro Ghisoni e risultò la più eletta, superando la concorrenza interna di Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi, attuali consiglieri regionali. «Oggi mi ha chiamata un giornalista – scrive Gazzolo - per sapere delle mie intenzioni sulla possibile ricandidatura a consigliere alle prossime Elezioni Regionali. Per trasparenza anticipo a tutti i miei amici e alle mie amiche di Facebook quello che ho detto a lui e prima ancora ho annunciato alla direzione regionale del mio partito venerdì sera. Ci ho pensato a lungo, e ho deciso che non mi candiderò perché ho già fatto due mandati e nonostante una tecnicalità me lo consentirebbe, un solo mandato su due è stato elettivo, la scelta che ho maturato è un punto irrinunciabile di coerenza con il mio modo di intendere e vivere la politica: spirito di servizio. Il confine fra innamorarsi di quello che fai e non voler mai lasciare la poltrona è molto labile perché amministrare, dedicarsi al bene comune è una autentica passione. Ma la coerenza va messa al primo posto, serve da esempio per un partito che sta riprendendosi la fierezza e l'orgoglio di viversi come una comunità. Continuerò a fare politica, ovvio, nel Pd, ovvio! A partire dalla campagna elettorale: andrò ovunque sarò chiamata se questo verrà ritenuto utile sino al 26 gennaio. Possiamo e dobbiamo vincere: insieme a tutto il centro sinistra e a quei cittadini che non vogliono consegnare la nostra Regione a fascismi vecchi e nuovi. Con Stefano Bonaccini presidente abbiamo governato bene e se sapremo giocare in squadra, allargare, proporre elementi di novità e candidature altrettanto competitive potremo fare anche a Piacenza un ottimo risultato. Io ovviamente darò sempre una mano mettendo a disposizione tutto quello che ho imparato e realizzato in questi anni! Al lavoro quindi, per vincere! Gli amici più stretti, quelli che mi hanno già rimproverata so che potranno capire, spero sia così per tutti».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • «La teoria gender non esiste e l'omosessualità non si insegna»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento