Esodati del commercio, Murelli: «Non bastano rassicurazioni, ma tempi precisi»

«Le rassicurazioni date oggi dal governo sulla situazione degli esodati del commercio ci confortano, ma non bastano: vogliamo conoscere le tempistiche certe sugli indennizzi mancati». Lo dichiara la deputata della Lega Elena Murelli, che oggi in Commissione Lavoro alla Camera ha presentato un’interrogazione al ministro Catalfo sull’indennizzo per cessazione di attività commerciale in crisi. «Come Lega – precisa Murelli – con il sottosegretario al Lavoro Durigon, avevamo tracciato il percorso a sanare una situazione creata da una circolare dell’Inps: a elena murelli-15-2essere danneggiati erano infatti i commercianti che avevano chiuso nel 2017-2018 e non avevano raggiunto i contributi previdenziali previsti per la pensione. Il ministro oggi ci ha voluto rassicurare dicendo che non ci sarà alcun cambio di rotta rispetto alla strada individuata dal governo precedente. A questo punto, vigileremo e non smetteremo di sollecitare l’attuale ministro sulle tempistiche, che devono essere brevi. Dal 1° gennaio il Fondo per gli indennizzi da cessazione di attività commerciale in crisi, è stato ripristinato e reso strutturale, grazie alla Lega, dopo che il Pd lo aveva cancellato nel 2017: i commercianti hanno versato di tasca propria e hanno il diritto di avere, in tempi brevi, l’indennizzo necessario per l’accesso alla pensione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

  • «Se sei un uomo vieni sotto casa mia», accoltellato per gelosia dal compagno dell'amica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento