«+Europa e Italia in Comune sicuramente oltre il 4%. Lottiamo per il futuro dei nostri figli e nipoti»

Il candidato di "+Europa e Italia in Comune" Francesco Rolleri chiude la campagna elettorale insieme al coordinatore provinciale di +Europa Fabrizio Faimali e a Marcello Lambri di Italia in Comune

Marcello Lambri, Francesco Rolleri e Fabrizio Faimali

«L’alleanza tra +Europa e Italia in Comune sta dando ottimi risultati, anche qui a Piacenza: indipendentemente da come andranno le elezioni, siamo sicuri che andremo molto oltre quello che è il nostro obiettivo minimo del 4%». Con questa premessa, nel pomeriggio di giovedì 23 maggio, si è tenuta la conferenza stampa di chiusura della campagna elettorale del gruppo +Europa/Italia in Comune, che a Piacenza sostiene il candidato Francesco Rolleri, in lista nella circoscrizione Nord-Est. Oltre a Rolleri, hanno partecipato il coordinatore provinciale di +Europa Fabrizio Faimali e Marcello Lambri di Italia in Comune.

«La collaborazione - ha detto Rolleri - deve continuare, per idee condivise e traguardi comuni; speriamo di essere la base attorno alla quale si vadano ad aggregare ulteriori forze. Come tutte le forze antisovraniste, vogliamo bene al  nostro futuro e lavoriamo per il bene dei nostri figli e dei nostri nipoti, al contrario delle forze sovraniste che lavorano per scopi effimeri, destinati a concludersi nel giro di poco tempo» ha continuato Rolleri. «L’invito a votarci è di grande responsabilità, una chiamata verso gli elettori piacentini e italiani. Anche se non in queste elezioni, ci poniamo di superare il 10%, in quanto abbiamo tutte le caratteristiche per arrivare a questo risultato».

«Siamo in un momento storico di profonda crisi, sia economica sia di valori, culturale: la politica del consenso, che stiamo affrontando adesso, fa leva sulla paura della gente» ha concluso Marcello Lambri «Il nostro compito è quello di dare risposte concrete alle persone, e non solo basate sulle statistiche o sugli umori del momento. Vogliamo portare avanti un progetto per dare una nuova visione di Europa, per vedere cosa c’è oltre questa crisi: un’Italia più europea e un’Europa più unita e solidale».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • Travolto da un furgone mentre attraversa la Provinciale sulle strisce, grave un bambino

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

  • «Mi aveva preso in giro: non le servivo più, poi l'ho afferrata per il collo»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento