Eventi di Natale e Capodanno, deserto il bando del Comune

Nessuna offerta per l’organizzazione degli eventi natalizi in centro città: il bando da 50mila euro non trova partecipanti

Piacenza senza il “suo” Natale? È l’ipotesi più pessimistica, ma da ieri realistica. È andato infatti deserto – secondo alcune indiscrezioni raccolte a Palazzo Mercanti nelle scorse ore – il bando da 50mila euro per l’organizzazione degli eventi di Natale in centro storico, unito ai festeggiamenti per il Capodanno in piazza Cavalli e per la festa dell’Epifania. Il bando – pubblicato lo scorso 17 ottobre e scaduto nei giorni scorsi - aveva l’obiettivo di individuare un unico gestore in grado di ideare, progettare e realizzare tutti gli eventi natalizi e di fine anno della città. Si tratta delle tradizionali attività di animazione e intrattenimento, percorsi tematici, allestimenti, eventi che devono rendere più accogliente il centro città – in particolare il “salotto” di Piacenza, Piazza Cavalli - a beneficio della cittadinanza, del commercio, dei visitatori e dei turisti. Gli eventi dovrebbero partire il 30 novembre e proseguire fino al 24 dicembre. Poi, la serata-nottata di Capodanno, infine il 5 e 6 gennaio 2020.

Purtroppo non si sarebbero trovati soggetti interessati e disposti a organizzare il Natale piacentino. Tutto questo dopo che uno dei “possibili” organizzatori - Andrea Baldini, della società piacentina “Bewonder” - sul social network Facebook, avrebbe fatto circolare nei giorni scorsi una Stefano Cavalli-10locandina (poi rimossa) che promuoveva gli eventi del Natale in centro, facendo intendere di lavorare già all’organizzazione del Natale (lui o una delle altre due società di famiglia). Il diretto interessato smentisce di essere stato lui la mano che ha caricato sui social la locandina con il logo del Comune. Peccato che il bando comunale fosse ancora aperto, con tutte le carte (e le offerte) da scoprire e gli attori in gioco. Le locandine dai social sono oggetto di una interrogazione del gruppo consiliare del Partito Democratico, che vuole vederci chiaro. Alla fine nessuna delle società della famiglia Baldini ha partecipato al bando per il Natale. Così il Comune potrebbe essere rimasto con un pugno di mosche in mano e senza offerte.

Al momento non si conoscono le intenzioni dell’Amministrazione Barbieri per tamponare il problema del bando deserto: l’assessore al commercio Stefano Cavalli è bloccato da una settimana da un problema di salute. Dopo il “tribolato” Natale 2018 – con una lunghissima coda giudiziaria - condito dalla protesta e dai blitz degli ambulanti “sfrattati” da piazza Cavalli da parte dell’Amministrazione – che volle un po’ rinnovare l’offerta e la presenza commerciale – il Comune rischia così di vivere altri tormentati giorni di festa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento