«La chiusura di San Damiano è una follia contrastata solo dai sindaci»

Intervento del consigliere di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale Tommaso Foti sulla temuta decisione di chiudere il 50° stormo di San Damiano

La base di San Damiano

«Hanno perfettamente ragione – spiega il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Tommaso Foti - i sindaci dei territori interessati a mostrare i muscoli di fronte all’inopinata decisione dell’autorità militare di volere chiudere la storia gloriosa del 50° Stormo: un vanto ed una ricchezza per il nostro territorio. Già un anno fa segnalai la volontà del generale Preziosa di andare in questa direzione: una vera e propria follia che avrebbe dovuto suggerire a tutte le istituzioni piacentine di fare sentire la propria contrarietà al riguardo. Ma così non è stato». «È pur vero - continua l’ex parlamentare di Fratelli d’Italia - che dell'aeroporto di San Damiano e della sorte del 50° Stormo ci siamo sempre fatti carico in pochi (i sindaci, il personale militare-civile, il sottoscritto), quasi che lo stesso non rappresentasse, come invece rappresenta, una ricchezza e una risorsa per il territorio piacentino. Tuttavia, avere ignorato o fatto finta di ignorare che si stava arrivando alla soppressione del 50° Stormo è stato da irresponsabili. La previsione del generale Preziosa andava contrastata in tutte le sedi e con tutti i mezzi dalle istituzioni piacentine che, invece - salvo i sindaci - hanno dato per persa la partita ancora prima di scendere in campo. Sorge spontaneo chiedersi - conclude Foti - quando mai, a fronte di un’arrendevolezza che sconfina nella complicità, il territorio piacentino riuscirà mai a concludere onorevolmente una trattativa che lo riguardi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, 33 morti a Piacenza in un giorno: è il record peggiore. Sono 314 dall'inizio dell'epidemia

  • Tamponi ed ecografia a domicilio per i sospetti Covid, quattro team medici da martedì casa per casa

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento