Giuseppe Caruso si è dimesso dalla carica di consigliere comunale

Dopo le dimissioni da presidente di Palazzo Mercanti, è arrivata anche la rinuncia: non è più consigliere comunale

Giuseppe Caruso

Giuseppe Caruso non è più consigliere comunale di Piacenza. Dopo la rinuncia alla presidenza (già designato il successore, il leghista Davide Garilli), arrivano ora le dimissioni dalla carica di consigliere, dopo che la prefettura di Piacenza aveva già applicato per lui la sospensione, in seguito al suo arresto all’interno dell’inchiesta “Grimilde”. Diventa così consigliere fino al termine del mandato, al suo posto, Carlo Cerretti. Inizialmente si era verificato un piccolo giallo: quando, nei giorni scorsi, Caruso aveva rassegnato le sue dimissioni dalla presidenza e non da consigliere, in Comune lo sconcerto era palpabile. Tanto che intervenne la prefettura facendo scattare la sospensione dal ruolo. Dietro a queste dimissioni a metà non c'era però, nè una strategia processuale, nè il desiderio di ritornare ad occupare un domani il posto di consigliere comunale, se la vicenda processuale dovesse mai concludersi a suo favore. È stato semplicemente per un errore, forse perché ancora turbato da quanto gli stava capitando. Nei giorni scorsi, con tanto di lettera dal carcere di Voghera, Giuseppe Caruso ha poi provveduto a dimettersi anche da consigliere comunale. Un atto giuridicamente non dovuto, compiuto con un ritardo non voluto e di cui nella missiva inviata si scusa con il Consiglio. Dopo l'espulsione da Fratelli d'Italia, le dimissioni prima da presidente del Consiglio Comunale, con quelle di ieri da consigliere comunale, cala così il sipario sulla avventura politica di Giuseppe Caruso, iniziata nel 2002 con l'elezione a Palazzo Mercanti e poi ripetutasi nelle elezioni del 2007 e del 2017. Ora non gli resta che difendersi da pesantissime accuse, delle quali la partecipazione ad associazioni mafiose è sicuramente quella più pesante ed odiosa. Ma non l'unica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

Torna su
IlPiacenza è in caricamento