Gragnano, approvato il bilancio preventivo 2020

L’Amministrazione procede nella strategia di riduzione del debito che, nel triennio, comincia a evidenziare dati significativi. Tutti i servizi vengono confermati, cercando di riqualificare al meglio la spesa proseguendo nell’azione intrapresa negli anni precedenti, per esempio riducendo la spesa per riscaldamento illuminazione attraverso gli interventi di efficientamento realizzati

Il consiglio comunale

È cominciata sciorinando numeri e percentuali ed è finita parlando di bellezza della politica. Così è andata la seduta del Consiglio Comunale di Gragnano Trebbiense,  il 12 dicembre scorso in occasione dell’approvazione del Bilancio Preventivo 2020. «Siamo il primo comune della Provincia ad approvare il Bilancio - ha commentato il sindaco Patrizia Calza - ne siamo soddisfatti. Non perché si tratti di una gara a chi arriva primo ma perché ciò ci consente di essere operativi fin da gennaio nel perseguire gli obiettivi che ci siamo proposti. Un risultato che va ascritto soprattutto all’impegno di tutti i dipendenti comunali tutti e, in particolare, dell’ufficio Ragioneria».

E’ toccato all’assessore Frattola illustrare i punti più salienti della manovra finanziaria locale. Il Bilancio chiude a 4.900.000,00 euro ; le entrate correnti sono previste in 3.200.000,00 euro  di cui 2.600.000,00 euro per IMU, TASI, Irpef e recupero evasione. Le uscite correnti invece sono pari a 3.118.000,00 euro.

L’Amministrazione procede nella strategia di riduzione del debito che, nel triennio, comincia a evidenziare dati significativi. Tutti i servizi vengono confermati, cercando di riqualificare al meglio la spesa proseguendo nell’azione intrapresa negli anni precedenti, per esempio riducendo la spesa per riscaldamento illuminazione attraverso gli interventi di efficientamento realizzati.

Rimangono inalterate le aliquote di Tasi, Addizionale Irpef (invariata da nove anni) e IMU, nonostante già dallo scorso anno lo Stato consentirebbe di procedere ad aumenti.  Gli interventi più significativi saranno finanziati attraverso contributi nazionali o regionali così come accaduto per la Palestra e il Centro Culturale. In particolare nel DUP 2020 -2022 compare la ristrutturazione e l’adeguamento simico della scuola Materna per un importo di un milione di euro, la cui realizzazione è subordinata all’aggiudicazione di contributi a valere sulla L. 23 dell’Edilizia Scolastica. 

In chiusura il sindaco, ricordando che si trattava dell’approvazione del primo documento contabile del nuovo mandato amministrativo ha ringraziato i consiglieri del passato e ha sottolineato il “privilegio” che tutti i consiglieri comunali possono vantare: quello di poter lavorare nell’ interesse di tutta comunità. «Ciò che si può fare in tanti modi ma in particolare attraverso l’impegno politico, anche se spesso non se ne vede, nell’immediato, l’efficacia. Proprio come accade al contadino che – così racconta Karen Blixen - cercando di porre rimedio ad un improvviso sinistro intervenuto di notte, lavora al buio, incespicando, cadendo e spostandosi da un lato all’altro alla ceca, scoprendo solo al mattino di aver disegnato coi propri passi, durante le peripezie della notte, l’immagine di un cigno». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento