Guido Guidesi sottosegretario alla presidenza del Consiglio: «Da sempre un amico di Piacenza»

Il lodigiano di San Rocco al Porto della Lega entra a far parte del governo “gialloverde” di Conte. Murelli e Pisani: «Piacenza troverà un valido supporto per portare le istanze del nostro territorio ai massimi livelli»

Guido Guidesi della Lega con il senatore Pietro Pisani

Nessun piacentino è membro del nuovo Governo gialloverde di Giuseppe Conte. Nella giornata di ieri sono infatti arrivate le nomine di sei viceministri e 39 sottosegretari, dopo quelle dei ministri. L’unico esponente del Governo che ha qualche legame con il territorio piacentino è Guido Guidesi, già parlamentare della Lega e da oggi sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Guidesi, 39enne, è lodigiano di San Rocco al Porto (ha studiato al Romagnosi di Piacenza) e diverse volte in questi anni – in assenza di onorevoli e senatori piacentini del centrodestra – ha rappresentato alcune istanze del territorio locale, partecipando a presidi, manifestazioni ed eventi del Carroccio piacentino. Se i precedenti governi di Enrico Letta, Matteo Renzi e Paolo Gentiloni avevano una nutrita rappresentanza emiliano-romagnola al Governo, il nuovo governo Conte ha visto assottigliarsi questa presenza. Alle infrastrutture e ai trasporti c’è il modenese Michele Dell’Orco (Movimento 5 Stelle) di Pavullo nel Frignano, mentre ai beni culturali è stata nominata la bolognese Lucia Borgonzoni, già candidato a sindaco della Lega nel capoluogo di regione.

«In Guidesi, Piacenza troverà un valido supporto per portare le istanze del nostro territorio ai massimi livelli». Il senatore Pietro Pisani e la deputata Elena Murelli esprimono così soddisfazione per la delega a sottosegretario alla presidenza del Consiglio di Guido Guidesi, deputato leghista originario di San Rocco al Porto. «Guidesi è da sempre un amico di Piacenza - affermano Murelli e Pisani - un territorio che frequenta da anni e a cui la Lega piacentina si è rivolta per portare a Roma alcuni problemi». Guidesi, tra l’altro, negli anni scorsi ha presentato, tra le altre, interrogazioni per il lavoro all’Ikea, per la radioprotezione a Caorso e per i profughi da sistemare a Gambaro (Ferriere). «Lavorerà a fianco di Giorgetti - concludono i parlamentari del Carroccio - in un posto di grande responsabilità, ottenuto grazie alla sua preparazione. Lo aspettiamo alle feste piacentine della Lega, a cui ha partecipato in più occasioni negli ultimi anni».

Potrebbe interessarti

  • «Centro diagnostico Rocca, eccellenza medica privata a supporto del sistema pubblico»

  • Perino e la curiosa storia della località "Due Bandiere"

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Piscine interrate: i costi e i tempi per averne una nel proprio giardino

I più letti della settimana

  • La Polizia Stradale fa un controllo sull’A21 Piacenza-Cremona e spunta David Hasselhoff

  • Gianpaolo Bertuzzi muore nel suo camper in fiamme

  • Bloccano un aggressore, poliziotti accerchiati e aggrediti al Peep

  • Prende a martellate la moglie, poi si accoltella al cuore: muore ex macellaio di Piacenza

  • Invade la corsia opposta, si schianta contro due auto e rimane incastrato: è gravissimo

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel campo, è gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento