Il sindaco di Guardamiglio: «Il nome dell’uscita “Basso Lodigiano” non si cambia»

Il primo cittadino Elia Bergamaschi si incontrerà con i sindaci del lodigiano per dare una risposta al Consiglio comunale di Piacenza: «Va bene esplicitare che Piacenza si trova solo a tre chilometri di distanza, ma il nome dell’uscita non si cambia»

«Nei prossimi giorni incontrerò gli altri sindaci che avevano avanzato la proposta del cambio di nome al casello dell'Autosole, poi proporremo un documento congiunto di risposta a quanto deliberato dal Consiglio comunale di Piacenza». Il sindaco di Guardamiglio, Elia Bergamaschi, al quotidiano “Il Giorno” replica a distanza a quanto ha dichiarato in una risoluzione il Consiglio comunale di Piacenza, che chiederà al sotto comitato per la toponomastica di ri-aggiungere il nome “Piacenza Nord” all’uscita autostradale dell’A1 di Guardamiglio, ora chiamata “Basso Lodigiano”. I sindaci del lodigiano, che un anno fa avevano visto accogliere una richiesta presentata nel lontano 2011 – ha aiutato non poco avere come sottosegretario ai trasporti il leghista Guido Guidesi, di San Rocco al Porto -, non intendono mollare di un centimetro. «Non capisco che diritti rivendichi Piacenza – dice Bergamaschi a “Il Giorno” -. È il medesimo discorso dello scorso anno: cosa ha fatto Piacenza per la promozione di eventi sul nostro territorio? Che non usino la scusa di conducenti che sbagliano uscita perché abituati a “Piacenza Nord”: nel 2019 è inconcepibile. Se vogliono che si espliciti meglio che Piacenza è a tre chilometri allora va bene, ma il nome non si cambia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento