«Insediamenti commerciali e sviluppo, deve essere la Giunta a dare un indirizzo»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Eravamo in attesa da tempo il ritorno di operatori economici interessati alle aree ex Garilli in città e precisamente via Morigi e via Rigoll,i manca all’appello viale Milano, ma statene certi che qualche brillante operatore nostrano sarà già andato dal sindaco per trattare le aree. Gradiremmo essere informati delle trattative in corso per l’area di viale Milano e se possibile con chi tratta l’amministrazione. Partiamo da via Morigi, progetto allucinante assai peggiorativo di quello che diversi anni or sono scatenò una veemente reazione da parte di cittadini e forze politiche. Dove sono finiti quei paladini? Sulla attuale situazione dell’area rispetto al PSC gradiremmo sapere cosa centra l’assessore al commercio? Secondo la prassi amministrativa consolidata la pratica dovrebbe essere istruita dall’assessore all’urbanistica e dovrà contenere se richiesti, eventuali pareri degli uffici competenti.

Esempio se l’area è vincolata verde pubblico, non c’è assessore al commercio che tenga, essendo il parere dell’urbanistica dominante a meno che l’assessore al commercio voglia imporre le sue idee all’ assessore all’ urbanistica con tutto quello che ne consegue. L’attivismo dell’assessore al commercio sulle pratiche in questione ci sembra fuori luogo in quanto le competenze e il lavoro dell’urbanistica dovrebbero fare da griglia rispetto all’invadenza della grande distribuzione. L’assessore Cavalli abituato a lavorare tra Cadeo e Bologna e preso da eventuali smanie elettorali non si è ancora inserito nella vita culturale ed economica di Piacenza e nella storia del suo commercio. Noi sollecitiamo il sindaco a riflettere su quanto sta succedendo e a prendersi le sue responsabilità politiche, la città non può e non deve essere governata dai tecnici ma la politica deve dare un indirizzo e una guida sicura».

 Federico Scarpa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento