L’opposizione diserta le Provinciali: «Barbieri non riuscirà a svolgere i due incarichi»

Tutti i gruppi consiliari (tranne il Misto) di minoranza del comune di Piacenza non si recheranno al voto delle Elezioni Provinciali: «Non c’è un programma, le Elezioni sono una farsa. Barbieri fatica già a fare il sindaco del capoluogo, come potrà amministrare un altro ente?»

L'opposizione compatta: non voteranno

Il 31 ottobre, dalle 8 alle 20, gli amministratori locali (sindaci e consiglieri dei 46 comuni) si recheranno presso l’ente di via Garibaldi ai seggi per votare il nuovo presidente della Provincia. Che sarà Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza: è l’unica candidata in corsa, per il centrodestra. Ma non riceverà alcun voto dai consiglieri comunali d’opposizione del comune da lei guidato. Tutti i gruppi consiliari delle minoranze (ad eccezione di Gloria Zanardi del Misto) sono d’accordo: Barbieri, secondo loro, fatica già a gestire la Giunta e la maggioranza di Piacenza. Ancora più complicato mettersi alla guida di un ente – come la Provincia – con poche risorse, senza assessori e tante problematiche.

«A queste Elezioni Provinciali – ha esordito Luigi Rabuffi di Piacenza in Comune - non parteciperemo, consapevolmente, per motivi di merito e di metodo. Sono molte le cose che ci dividono da questa maggioranza. E queste sono elezioni farsa, da quando si è deciso di far eleggere il presidente della Provincia da sindaci e amministratori. Il sindaco Barbieri non ha affrontato molte questioni da primo cittadino del capoluogo che si troverà ad affrontare anche come presidente provinciale. Si sta andando a votare al buio, perciò l’opposizione non si reca alle urne. Ed è complesso portare avanti due incarichi così importanti part time».  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Siamo molto preoccupati per il comune di Piacenza – ha detto il capogruppo del Pd Stefano Cugini - è evidente che c’è si pone sempre questo tema del part time: sindaco e assessori del capoluogo non sono a tempo pieno. Se anche il sindaco di Piacenza, già part time con il suo lavoro di avvocato, si divide anche per l’incarico della presidenza della Provincia, che non è proprio uno scherzo... La riforma delle Province è stata pasticciata e occorrono amministratori a tempo pieno in quell’ente. Abbiamo la certezza che Barbieri non potrà far altro che peggiorare la situazione, visto che anche il rimpasto di Giunta ha portato altri assessori part time». Il Pd non ha presentato un candidato di bandiera: si era parlato del sindaco di Castelvetro Luca Quintavalla. Sarebbe stato impossibile vincere le Elezioni, quando il centrodestra controlla i comuni più importanti. «Come partito – commenta Cugini -, abbiamo fatto una scelta pragmatica. Mettere il rappresentante di facciata, in una elezione farsa e scontata, di secondo livello, non aveva senso. Giusto invece rilanciare il messaggio di Rolleri, che richiama a una questione collegiale dell’ente tra tutte le forze politiche e i sindaci». «Abbiamo assistito al Consiglio comunale di ieri – ha detto Christian Fiazza (Pd) - a un surreale dibattito che allontana i cittadini dalla politica. La maggioranza consiliare difende tutti quei principi smentiti dalla nomina della prima e della seconda Giunta. Questa Amministrazione e il sindaco sono impantanati e ora Barbieri si assume una responsabilità delicata. Un sindaco che porta a casa scarsi risultati, si assume l’incarico di gestire un ente di 280mila abitanti».

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

Torna su
IlPiacenza è in caricamento