Legambiente raccoglie le firme: «Giù le mani dagli orti di via Campesio»

Partita la raccolta firme dell’associazione, che chiede una moratoria degli accordi operativi proposti al Comune di Piacenza

Giù le mani dagli ex orti di via Campesio. Legambiente sta promuovendo una raccolta firme da sottoporre all’Amministrazione Barbieri, chiedendo di precludere qualsiasi iniziativa edificatoria in quest’area cittadina. «Bisogna considerare la straordinaria espansione urbanistica di Piacenza negli ultimi decenni – sostengono i proponenti - la costruzione di innumerevoli nuovi alloggi (nonostante che diverse migliaia siano inutilizzati), capannoni industriali e logistici, centri commerciali e supermercati. Tutto ciò è avvenuto senza un’adeguata pianificazione della mobilità urbana e provinciale (trasporto pubblico, piste ciclabili, isole pedonali, ecc). La qualità dell’aria della pianura padana è scientificamente classificata fra le peggiori del mondo e che i rischi per la salute umana sono elevatissimi. Considerato che le aree verdi rimaste, soprattutto all’interno del perimetro urbano, e soprattutto a ridosso del centro storico, diventano sempre più preziose e irrinunciabili, sia in funzione della qualità dell’aria che dei residui spazi ecologici, che del benessere psico-fisico dei cittadini». Per questo i proponenti chiedono una moratoria degli accordi operativi proposti all’Amministrazione comunale fino all’approvazione del nuovo PUG (Piano Urbanistico Generale), da avviare entro il 2020, consentendo in tal modo, «una più oculata analisi e pianificazione di interventi urbanistici che altrimenti potrebbero determinare effetti irrimediabili per il futuro di Piacenza».

Chiedono inoltre la tutela degli spazi verdi urbani ancora esistenti, e in particolar modo l’area cosiddetta degli ex orti di Via Campesio e il campo fra via Morigi e Via 24 Maggio, «per la straordinaria valenza ambientale, ecologica e testimoniale che rappresentano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

  • «Su Tik Tok combatto il bullismo: la vita è più importante di chi ci odia perché diversi»

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • In tre per vendicare la tentata violenza all'amica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento