Lunni (Fi): «Linee bus tra Milano e la Valtidone a rischio»

Il consigliere provinciale chiede all’Amministrazione Rolleri di verificare le voci su un possibile taglio delle corse lombarde verso Castelsangiovanni e la Valtidone

«Un impegno concreto per potenziare i collegamenti tra la Valtidone e Milano». Lo chiede con un'interrogazione il consigliere provinciale Matteo Lunni (Forza Italia). «Da decenni esiste – spiega Lunni - oltre al collegamento ferroviario, anche un collegamento su gomma tra la Valtidone e Milano che, tra l'altro, attraversa alcuni importanti centri lombardi, tra cui Pavia, e consente a numerosi lavoratori e studenti di recarsi con facilità presso i luoghi di lavoro, di studio ed i centri sanitari della Lombardia, e soprattutto presso il capoluogo Milano. Tale importante servizio costituisce anche un'opportunità per chi, dalla Lombardia, vuol visitare la Val Tidone. In passato la linea collegava Pianello con Milano Famagosta, già da 8 anni, tuttavia, le corse son state ridotte a Castelsangiovanni.

Dal 1° aprile, a seguito del passaggio della linea Castelsangiovanni - Pavia - Milano da ARFEA ad Autoguidovie  la corsa è stata spezzata in due tronconi e, secondo alcune indiscrezioni, sembra che la compagnia di trasporto lombarda intenda ridurre progressivamente le corse dirette al territorio emiliano-romagnolo sino a sospenderlo completamente dopo l'estate, arrestandosi a Stradella, e suscitando preoccupazione e disappunto negli utenti.

L'altra linea, quella che percorre la 412, gestita da PTM, già da tempo interrompe le proprie corse a Pieve Porto Morone necessitando un'integrazione da parte di Seta fino a Castelsangiovanni, percorso complicato per gli utenti e ora impraticabile a causa dell'impercorribilità del ponte sul Po.

Considerando che la legge Delrio ha lasciato il capo alle Province la definizione di trasporto pubblico - spiega Lunni - chiedo che l'Amministrazione Provinciale verifichi se le voci siano confermate ossia che dopo un ridimensionamento vi sia l'intenzione di sospendere completamente le corse Milano-Val Tidone e qualora, ciò sia confermato, se intenda organizzare un incontro con la Regione Lombardia, le Province interessate, le compagnie di trasporti per mantenere e ripristinare il servizio sulle due Tratte (Val Tidone - Pavia -  Milano e Val Tidone Pieve Porto Morone - Milano), se fosse possibile da Pianello». Lunni invita, altresì, che tutti i sindaci della Valtidone si facciano portatori di questa istanza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Defibrillatore, il modello Piacenza al congresso mondiale di Cardiologia a Dubai. «Formati 10mila alunni nelle scuole»

  • Fiorenzuola

    Operaio investito e ucciso da un treno

  • Cronaca

    Zandonella: «Metronotte Piacenza è un ingranaggio fondamentale del sistema sicurezza»

  • Attualità

    Area ex Mazzoni, parte il cantiere per realizzare il supermercato da 1500 metri quadrati

I più letti della settimana

  • Dopo lo schianto contro un terrapieno viene sbalzato nel canale: gravissimo

  • Operaio investito e ucciso da un treno

  • Scout speed battuto: il controllo deve essere visibile e la multa va contestata subito

  • Dopo lo schianto con un furgone si ribalta nel fosso: è gravissima

  • Si schianta contro l'autobus che lo precede, ferito 25enne

  • Cadeo, l’azienda “Selta Spa” chiede il concordato preventivo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento