«Mancano le protezioni, la Regione dica quali imprese le possono produrre»

Coronavirus, parlamentari e consiglieri regionali della Lega, in una lettera, chiedono a Bonaccini di stilare un elenco delle imprese che possono produrre mascherine e attrezzature. «Anche le opposizioni partecipino al Tavolo per il rilancio economico dell'Emilia Romagna»

Mancano mascherine e dispositivi di protezione individuale fra chi sta gestendo l’emergenza coronavirus; in Emilia Romagna ci sono molte aziende che li producono; la Regione esamini le proposte delle imprese e decida quali mettere subito in produzione. E’ la richiesta che parlamentari e consiglieri regionali della Lega hanno avanzato in una lettera scritta al presidente Stefano Bonaccini. I parlamentari piacentini Elena Murelli Pietro Pisani, insieme ai consiglieri Matteo Rancan e Valentina Stragliati, (con i Gruppi di Camera e Senato e di tutti i consiglieri della regione) chiedono di identificare le aziende e stilare un elenco di chi sarà certificato. Tutelare salute e sistema economico è vitale per affrontare questa emergenza, sottolinea il Carroccio. Infine, la Lega chiede che anche le opposizioni partecipino al Tavolo istituzionale della Regione per il rilancio economico dell’Emilia Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

  • Intrappolata nel locale del bancomat, 70enne salvata da Ivri e carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento