Mancioppi: «Più risorse sul verde». Trespidi: «Responsabili del caos da punire»

Ancora un botta e risposta sulla gestione del verde in città tra l’assessore all’ambiente e il capogruppo di “Liberi”

Paolo Mancioppi

«Sulla gestione del verde pubblico abbiamo ereditato una brutta situazione». È stata questa frase del capogruppo di Fratelli d’Italia Giancarlo Migli a scatenare, ancora una volta, la bagarre tra maggioranza e opposizioni sul verde. Alle parole di Migli, nella seduta di Consiglio comunale del 30 settembre, è seguita la replica del più grande accusatore della Giunta Barbieri, per quanto concerne questa querelle: Massimo Trespidi (Liberi). «Non si sta parlando del passato – ha ripreso il consigliere di Liberi -. Il problema è quello che avete fatto voi sul verde. E quello che non siete stati capaci di fare. Avete sbagliato eccome, sui tempi della gara. E sbagliando i tempi della gara tutto è venuto di conseguenza. Venirsi a difendere in aula dicendo che avete ereditato una situazione, significa nascondersi dietro un dito. La vera difesa è cercare i responsabili di questa situazione e perseguirli. Ci sono responsabilità di organi politici, dirigenti e funzionari. Vogliamo nomi e cognomi dei responsabili. Quando lo farete avrete incominciato a risolvere il problema: ad oggi avete buttato fumo negli occhi. I lavoratori non sono stati messi nelle condizioni di lavorare bene e la base d’asta era troppo bassa».

L’intervento di Trespidi ha suscitato la vibrante reazione dell’assessore al verde e all’ambiente Paolo Mancioppi, da tempo nel mirino delle minoranze. «Reinvestire nel verde tutte le risorse che abbiamo a disposizione è un fatto positivo e questo viene fatto passare come negativo. Gli sfalci non vengono svolti due volte, il messaggio è sbagliato. Non è vero che utilizziamo quanto avevamo risparmiato per rifare quel lavoro. Non è vero, non è accettabile questo discorso. Sono altri lavori che facciamo in più per sistemare bene la situazione». «La coperta dei precedenti contratti – ha proseguito l’assessore Mancioppi - era corta, non prendeva in considerazione interventi in molti campo giochi, facciamo verifiche sulle piante che non si facevano da anni. La verità deve essere chiara, stiamo investendo di più sul verde. Abbiamo già chiesto scusa alla cittadinanza, abbiamo messo più quattrini sul tema. I futuri bandi saranno ulteriori e in aggiunta al contratto attuale dello sfalcio del verde. Non paghiamo due volte l’intervento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento