Misure anti inquinamento, il sindaco "rimbrotta" il comandante: «Inaccettabili i mancati controlli»

Il comandante Giorgio Benvenuti ammette che gli agenti non effettuano i controlli agli impianti di riscaldamento (che devono rispettare le misure anti-inquinamento) e il sindaco non la prende bene

Il sindaco Barbieri e il comandante Benvenuti

«Non mi è sfuggita la sua dichiarazione. Perciò è partita nei suoi confronti una lettera di contestazione. Non esiste che un sindaco faccia un’ordinanza e un comandante di polizia locale dica ai giornali che non riesce a fare i controlli. Ho l’occasione per dire in Consiglio comunale che trovo inaccettabile il suo intervento». Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri rimprovera duramente il comandante della polizia locale cittadina Giorgio Benvenuti, “colpevole” di aver rilasciato una dichiarazione - ritenuta improvvida dal primo cittadino - al quotidiano “Libertà”, in cui ammette che i suoi agenti non riescono a controllare le emissioni degli impianti di riscaldamento. A dicembre il Comune di Piacenza ha infatti emesso un’ordinanza che prevede alcune disposizioni sulla circolazione delle auto in città, ma anche regole legate alla temperatura domestica delle abitazioni. Le abitazioni, quando scatta il piano antismog in seguito agli sforamenti di Pm10 non possono superare i 19 gradi e negozi e i locali pubblici i 17 gradi. Il comandante Benvenuti ha ammesso che la polizia locale neanche ci pensa ai controlli sul riscaldamento, non avendo il personale a disposizione per tale attività. La cosa è stata segnalata da Massimo Trespidi (Liberi) durante il Consiglio comunale del 4 febbraio. «A dicembre il sindaco firma l’ordinanza – fa notare Trespidi - in cui dice, in base a una norma regionale, di effettuare i controlli. Eppure il comandante della polizia locale, “uno scienziato”, sostiene di non avere gli agenti per fare i controlli. Facciamo le ordinanze perché dobbiamo ottemperare burocraticamente alle decisioni della Regione, o per fare veramente i controlli?». All'intervento di Trespidi è così seguita la replica del sindaco che ha informato di aver già contestato l’atteggiamento del comandante.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Se è per quello i vigili non fanno alcun controllo di nessun tipo, dai divieti di sosta alla limitazioni del traffico ai vari euro 1,2,3 etc. Si vedono circolare tranquillamente auto d'epoca a carbone!

  • E' andato via un comandante e ne è arrivato un'altro...migliore o peggiore?

  • I controlli nelle abitazioni? Ma figuriamoci...questi "signorini" non fanno nemmeno i controlli nelle domeniche ecologiche agli ingressi principali della città.Mi è giunta voce, la fonte è sicura,che i vigili si rifiutano spesso e volentieri di andare in strada per compiere il loro dovere in collaborazione con i cittadini che provvedono ai loro stipendi.

  • Ok, ma alla fine l'intervento del Comandante è inaccettabile perché infondato o perché ha lavato i panni sporchi in pubblico? Nel primo caso il Sindaco dovrebbe prendersela con chi gli ha conferito l'incarico fiduciario... ops... vabbè; nel secondo caso, verificati i carichi di lavoro, se effettivamente vi è una carenza di organico, probabilmente non per colpa di questa Amministrazione, che Sindaco e Comandante facciano fronte comune nel denunciare la situazione. Se non c'è carenza allora il Sindaco se la prenda con chi gli ha conferito l'incarico... ri-ops...

    • L'intervento del Comandante è inaccettabile perché semplicemente ha detto la verità. Onestamente, Ali: Lei ce li vedrebbe i "ghisa" andare casa per casa col termometro a misurare i gradi? A vedere se la vecchina sta usando il caminetto anziché il metano? Lei ce li vedrebbe a contestare lo sforamento di un grado dai 19°C edittali? Magari pure con un anziano di mezzo? Io sinceramente, nulla di tutto questo. Ma non per mancanza di buona volontà, ma per una questione di priorità. Io preferisco una persona che - legittimamente - si scalda a casa sua, piuttosto che una persona in giro in automobile per diletto o, peggio ancora, per pigrizia. Certo che, se come dice Pippo, i controlli nelle domeniche ecologiche non ci sono (e devo ammetterlo: io stesso non ne ho mai visti!)... a-ri-ops per la terza volta! Ma l'intervento di Barbieri mi sembra un misto tra "un atto dovuto" (ad ogni azione deve corrispondere una reazione, specie in pubblico, specie nella P.A.) e un "atto di forza" di qualcuno che se la prende col malcapitato di turno...

      • Concordo su tutto, persino, in parte questa volta e su alcuni, marginali aspetti, con quanto detto da Pippo (so che mi pentirò di averlo detto ma tant'è...) ed e per questo che mi ha sorpreso la reazione scomposta del Sindaco.

  • Ha ragione il Sindaco! Ma come si permette un Comandante lautamente pagato a dire cose del genere?

Notizie di oggi

  • Politica

    “Progetto Terrepadane” nell’ex consorzio Agrario, tagli al residenziale e al commerciale

  • Politica

    Difesa del suolo, nel Piacentino 25 cantieri per 3 milioni 790mila euro

  • Politica

    Rifiuti, la Tari rimane invariata ma il 10% non la paga

  • Politica

    Immobili comunali in vendita, prezzi ritoccati all’ingiù

I più letti della settimana

  • Blitz nei campi nomadi all'alba, decine di arresti

  • «Russomando era tra chi contestava l’iniziativa contro l'erba della morte»

  • Tir si ribalta e prende fuoco in A21, autostrada chiusa

  • "Decolla" sullo spartitraffico e poi si schianta contro quattro auto in sosta, traffico in tilt

  • Schianto all'incrocio, auto si ribalta. Una donna all'ospedale

  • Si sgancia il freno a mano, uomo schiacciato dalla sua auto sullo scivolo del garage

Torna su
IlPiacenza è in caricamento