«Nuova pioggia di denaro sulla Regione, la Giunta Bonaccini in piena campagna elettorale»

Callori e Tagliaferri: «E’ incurante delle reali necessità ed urgenze dei territori, più attento alla propria esigenza di visibilità elettorale». Il primo intervento di Callori in aula riguarda il trasporto pubblico

Fabio Callori

Nel corso dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna il nuovo consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Fabio Callori, è intervenuto in materia di programmazione del trasporto pubblico locale: «Parliamo di un tema davvero importante, da coniugare con l’ambiente e la qualità del servizio per i cittadini. Abbiamo ancora un parco treni e autobus troppo obsoleti, anche in relazione alle quote importanti pagate dalle amministrazioni locali. Sulle tariffe poi servono correttivi per le zone più disagiate come quelle montane, maggiori integrazioni ferro-gomma e progetti mirati come la metro leggera tra Piacenza e Cremona. Non si può inoltre dichiarare di voler riqualificare le stazioni se si chiudono le biglietterie e ancora vi insistono gravi problemi di accesso per i disabili. Nel merito della manutenzione ponti e eliminazione dei passaggi a livello voglio solo ricordare Villanova d’Arda che è proprio circondata dai passaggi a livello con seri problemi di viabilità. Nell’intervenire comunque sul trasporto pubblico locale il nostro primo pensiero deve sempre andare ai pendolari, lavoratori o studenti che siano».

«Dopo le ultime elargizioni ai Comuni – è invece l’intervento che Callori ha fatto insieme a Giancarlo Tagliaferri - che ospitano gli Uffici del Giudice di Pace (comunque insufficienti rispetto alle reali esigenze finanziarie), la Giunta Bonaccini ha appena varato un piano triennale di circa 3,3 milioni per il potenziamento della protezione civile, nell'ambito di un programma di 26 interventi complessivi su tutte le province della Regione. Condividiamo la scelta di merito, consapevoli delle enormi difficoltà finanziarie in cui versano le strutture della Protezione civile, spesso costrette ad operare in condizioni critiche e con dotazioni strumentali ai limiti della sufficienza, ricordando però come nei mesi scorsi abbiamo più volte sollecitato la giunta Bonaccini ad intervenire in tal senso: dapprima in sede di approvazione del Bilancio di previsione 2019/2021, con la presentazione di un emendamento diretto proprio a stanziare maggiori risorse per la Missione 11 "Soccorso civile", Programma 1 "Sistema di Protezione civile" (emendamento però bocciato dalla maggioranza); successivamente con la presentazione di una risoluzione, che impegnava la Giunta a implementare la dotazione strumentale dei Comandi dei Vigili del Fuoco, oltre a garantire maggiormente la sicurezza degli Agenti e delle loro condizioni complessive di lavoro (risoluzione anch'essa respinta). Con tutta evidenza, la Giunta Bonaccini, incurante delle reali necessità ed urgenze dei territori, ma ben consapevole dell'attualità delle stesse, ha subordinato la propria esigenza di visibilità elettorale al proprio dovere istituzionale di dare immediato riscontro alle istanze degli operatori del settore, scegliendo di intervenire con un importante (e necessario) stanziamento economico proprio a ridosso delle nuove elezioni regionali. Stigmatizziamo con fermezza questo modus operandi, del tutto irrispettoso delle reali esigenze dei territori, e - soprattutto - della loro importanza, ed invitiamo la Giunta Bonaccini ad intervenire nell'ambito delle proprie prerogative in base all'attualità delle urgenze, anzichè secondo il proprio tornaconto di immagine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

Torna su
IlPiacenza è in caricamento