Nuovo ospedale, il Comune procede con l’analisi geologico-sismica dell’area

L’ente assegnerà l’esecuzione di un’indagine geologico-sismica della macro area della Farnesiana (necessaria per la variante al Psc) scelta per ospitare il nuovo nosocomio cittadino

Il Comune di Piacenza ha deciso di procedere all’affidamento per l’esecuzione di un’indagine geologico-sismica della macro-area destinata al nuovo ospedale nel comune di Piacenza, ovvero l’area della Farnesiana (oltre la tangenziale, vicino al carcere delle Novate) scelta dal Consiglio comunale lo scorso luglio. L’ente ha intenzione di avvalersi della consultazione preliminare di quattro operatori individuati tra gli iscritti all'Albo professionale dell'Ordine dei Geologi dell'Emilia Romagna, al fine di individuare tra loro l’offerta più congrua per l’analisi richiesta. Il Comune intende destinare a questo studio – che dovrà essere portato a termine entro il 30 novembre di quest’anno - 15mila euro (al lordo degli oneri e dell'Iva). Il servizio Pianificazione Urbanistica e Ambientale del Comune ha la necessità di affidare questo studio per poi procedere con la variante al Psc per l’individuazione della macro-area per l’ospedale. La pratica, infatti, ritornerà in Consiglio comunale in futuro per le varianti urbanistiche al Psc e al Rue.

Gli approfondimenti dovranno indagare in particolare le matrici suolo e sottosuolo, acque superficiali e sotterranee. In tema di acque occorrerà comprendere una verifica di compatibilità rispetto alle classificazioni di stato e agli obiettivi definiti per i corpi idrici superficiali e sotterranei dal vigente "Piano di Gestione delle Acque" dell'Autorità di bacino distrettuale del fiume Po. Compito dello studio sarà anche quello di verificare la compatibilità della previsione con le condizioni di rischio idraulico rilevabili sia dai quadri di pericolosità individuati nei piani sovracomunali (Ptcp, PAI-PS267, Pgra, ecc.) e comunali (Psc, Piano di protezione civile, ecc.), sia dalle criticità locali già riscontrate sul territorio o prevedibili a seguito della realizzazione dell'intervento pianificato.

Tra le tematiche oggetto di analisi dovrà essere compresa una verifica di compatibilità geologico-ambientale e sismica, dotata dei parametri e dei livelli di approfondimento previsti dalle direttive di settore per la pianificazione urbanistica generale e operativa, funzionali anche all’espressione del parere sismico da parte della Provincia. Se il termine dello studio è richiesto entro il 30 novembre, gli approfondimenti da redigere ai fini della predisposizione ed approvazione, da parte della Giunta comunale, del documento preliminare della variante al Psc, sono richiesti entro il 15 ottobre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

  • Travolto da un furgone mentre attraversa la Provinciale sulle strisce, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento