Nuovo ospedale, la scelta dell’area slitta all’autunno ma si apre a nuove ipotesi

Continuano i confronti tra i consiglieri comunali sulla scelta dell’area del nuovo ospedale

Se in un primo momento si era detto che la decisione dell’area sarebbe arrivata entro l’estate (del 2018, è bene precisarlo), a quanto pare sarà più probabile che questa venga presa in autunno. Un modo per non correre troppo nelle valutazioni, e al tempo stesso non arrivare a contatto con il 2019, anno in cui la Regione Emilia-Romagna andrà al voto. Nella giornata di ieri 13 giugno si è nuovamente riunito il gruppo di consiglieri che da mesi si confronta sull’ipotesi del nuovo ospedale. Ospite della seduta a Palazzo Mercanti – rigorosamente a porte chiuse come tutte le altre -, l’assessore regionale alla sanità Sergio Venturi. Il sindaco Patrizia Barbieri ha aperto la possibilità di inserire nella scelta eventuali altre aree private: al momento le proposte scarseggiano e sul tavolo rimangono le due aree pubbliche (caserma Lusignani e Pertite) e le due private (area di La Verza e terreno dell’Opera Pia Alberoni tra la Madonnina e la Farnesiana). Il sindaco rimane fermo sull’impegno preso in campagna elettorale: la Pertite è da destinare a parco e non è la sede per un nuovo ospedale. La sua maggioranza, alla luce della documentazione fornita dall’Ausl, sembrerebbe ora essere più propensa a una discussione sulla Pertite. La cosa non piace al primo cittadino, che ricorda bene gli impegni presi nella lunga campagna elettorale delle Comunali 2017. Nel Consiglio comunale del 25 giugno si porterà avanti un accordo di programma, intanto, sulla realizzazione del nuovo nosocomio. Si intende mettere nero su bianco che l’ospedale si farà, prendendo tempo fino al prossimo autunno per la scelta dell’area.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • A questo punto io spero che "la Barbieri" abbia tutto ciò che le serve per prendere una decisione ponderata, è una decisione che, nel bene e nel male , le spetta. Spero solo che tutti si attengano ai patti e che, per un motivo o per un altro, a metter mano al portafogli non sia poi l'ignaro cittadino

  • alla faccia dell’amministrazione trasparente la seduta a Palazzo Mercanti si è svolta rigorosamente a porte chiuse come tutte le altre. Questa volta c’era anche l’assessore regionale alla sanità Sergio Venturi, che a quanto pare ha fatto avere al sindaco quel piano finanziario che la Barbieri richiedeva da diverso tempo

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Precipita dal terzo piano, muore un operaio

  • Cronaca

    Carpaneto, bomba a mano inesplosa trovata in un cantiere

  • Attualità

    «Veterinari, più cautela con antibiotici negli animali per tutelare la salute pubblica»

  • Cronaca

    Autostrada A1, chiusura notturna per l’uscita della stazione di Casalpusterlengo

I più letti della settimana

  • Auchan, San Rocco si difende: «Piacenza non ha voluto partecipare alla discussione»

  • Tragico schianto contro un tir, muore 52enne

  • Il “basulon” della montagna piacentina: «In alcune frazioni vado per una sola persona»

  • Si schianta contro un tir e muore

  • Tamponato violentemente si schianta contro le auto in sosta, è grave

  • Esce per andare a lavorare e si trova la Bmw senza volante e cruscotto

Torna su
IlPiacenza è in caricamento