Ok alla risoluzione sul “plastic free”. 5 Stelle: «Accolte le nostre richieste»

Silvia Piccinini, consigliera regionale del Mofimento 5 Stelle, commenta l’approvazione in Commissione bilancio del documento che mira a diminuire il consumo di plastica in Emilia-Romagna

«Il fatto che oggi sia stata approvata in Commissione bilancio una risoluzione che impegna la Regione a mettere in pratica azioni concrete, è solo il primo passo verso l’obiettivo prioritario rappresentato dalla diminuzione del consumo di plastica in Emilia-Romagna. Il documento approvato oggi, e che accoglie molte delle proposte contenute solo qualche giorno fa nel nostro progetto di legge sul plastic free, deve essere la base per prevedere e stanziare risorse certe già a partire dalla prossima legge di bilancio che sarà approvata a breve». Silvia Piccinini, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, commenta così il semaforo verde in Commissione bilancio a una risoluzione presentata sul tema della riduzione del consumo di plastica. «Noi siamo convinti che se per davvero si vuole cercare di dare una svolta nella direzione di limitare il consumo di plastica, la strada deve essere quella di incentivare pratiche virtuose ed utilizzare gli strumenti che sono già in nostro possesso. Ecco perché – aggiunge Silvia Piccinini – crediamo che le idee che abbiamo messo nero su bianco nel nostro progetto di legge e che oggi vengono riprese all’interno della risoluzione approvata vadano in quella direzione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare all’interno del documento votato si impegna la Giunta ad utilizzare le risorse del Fondo di incentivazione allo scopo di sostenere i progetti degli Enti locali che hanno l’obiettivo di ridurre la produzione dei rifiuti plastici. Poi a finanziare progetti di ricerca scientifica e di innovazione produttiva che garantiscano la riconversione della filiera delle plastiche, a puntare, inoltre, sugli incentivi ai negozi di prodotti sfusi o alla spina, senza quindi l’utilizzo di imballaggi e contenitori in plastica monouso, e a stanziare risorse per ridurre la produzione di rifiuti in plastica durante feste e sagre di paese, grazie alla sostituzione dell’usa e getta con stoviglie riutilizzabili come piatti in ceramica, posate in metallo o bicchieri in vetro. «Obiettivi e proposte che tradurremo in emendamenti che dovranno trovare spazio nella prossima legge di bilancio. Vogliamo puntare ad una regione plastic free: è un dovere farlo per il nostro pianeta e per le future generazioni», conclude la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 26 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento