“Osservatorio Cottarelli”, Piacenza al quarto posto tra i comuni più virtuosi

Nell’elenco dei comuni con i “conti a posto” Piacenza è tra le città in cima alla classifica: davanti solo Pisa, Parma e Padova. Il consigliere Giardino (Misto): «Grande oculatezza». Forza italia: «siamo in champions league». Cugini (Pd) ricorda: «Il plauso va solo all'ex sindaco Paolo Dosi, i dati si fermano al 2016»

Pisa è il comune più virtuoso ed efficiente d'Italia, almeno dal punto di vista finanziario. Vince con gran vantaggio: il suo indicatore di efficienza è pari a 139,50 punti. Ma Piacenza è si piazza al quarto posto. Al secondo  Parma (con 85,31 punti), al terzo Padova (71,92). Poi, la nostra città con 71,31 punti, Cesena (61,38), Reggio Emilia (61,26). L’Osservatorio Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica di Milano, quello diretto da Carlo Cottarelli, ha pubblicato l’elenco dei comuni italiani più virtuosi relativi al 2016.

Non è un'esercitazione fine a se stessa quella dell'Osservatorio CPI. «Siamo in un momento molto importante per i bilanci comunali – ha detto Cottarelli – che ai sensi di una serie di riforme della finanza locale, devono rivalutare le rispettive esigenze e soprattutto introdurre i "fabbisogni standard" al posto di quelli "storici" per calcolare trasferimenti statali e capacità fiscale. Il tutto nel quadro della generale revisione delle autonomie locali che è in corso. Nel definire i trasferimenti, si cerca di superare il concetto di spesa storica che cristallizza le inefficienze di gestione. Con quest'analisi riteniamo di aver dato un contributo al processo di chiarezza e trasparenza, finalizzato a evitare sprechi e diseconomie». I "fabbisogni standard" sono stati calcolati tenendo conto della dimensione del territorio, della popolazione, della situazione finanziaria, mentre il rapporto tra indicatore di spesa e indicatore di offerta viene effettuato per sei funzioni svolte dai comuni: la viabilità ed il territorio, l’istruzione pubblica (inclusi gli asili nido), le funzioni generali di amministrazione e controllo (es. gestione del personale comunale), le funzioni di polizia locale, i servizi inerenti al settore sociale a carico dei comuni (es. strutture residenziali di ricovero per anziani) e lo smaltimento rifiuti. La classifica riguarda i 52 Comuni, nonché capoluogo di provincia, con più 80 mila abitanti nelle regioni a statuto ordinario.

Il primo commento al riguardo è arrivato dal consigliere comunale del Gruppo Misto Michele Giardino. "Senza essere economista, ho sempre riconosciuto – anche nelle recenti approvazioni di preventivo 2019 e consuntivo 2018 – grande oculatezza alla giunta Barbieri e all’assessore al bilancio Paolo Passoni nella gestione dei conti comunali. Il rigore con cui state gestendo le risorse e i servizi ci permetterà di migliorare questo piazzamento" . 

FORZA ITALIA: «SIAMO IN CHAMPIONS LEAGUE»

«Il gruppo consiliare di Forza Italia – fa sapere in una nota - si congratula con il sindaco Barbieri per l'importante posizionamento conseguito nella classifica del prestigioso e qualificato osservatorio Cottarelli che studia il rapporto tra la riduzione della spesa e la qualità dei servizi offerti alla cittadinanza . Il posizionamento in Champions League del nostro amato comune tra questi fondamentali indici non è altro che straordinaria dimostrazione dell'attenzione della professionalità dell'acume con cui la nostra amministrazione svolge il suo servizio ai cittadini e alla Città di Piacenza. Forza Italia esprime tutta la gioia e l'orgoglio di contribuire con le proprie risorse a questa importantissima coalizione amministrativa  guidata magistralmente dal nostro sindaco Patrizia Barbieri».

CUGINI (PD): «IL PLAUSO VA SOLO ALL’EX SINDACO PAOLO DOSI»

«Sono davvero felice di leggere questa classifica – è intervenuto anche il capogruppo del Partito Democratico Stefano Cugini - che tra l'altro, misurando spesa ed efficienza, dà il conto della qualità del servizio. Sommessamente faccio presente, a quei consiglieri che già stanno celebrando la Giunta Barbieri, che i dati di riferimento sono quelli del 2016. Il plauso, pertanto, con sommo dispiacere di qualcuno, va al buon Dosi. Per portare gli attuali governanti in trionfo si abbia almeno la pazienza di attendere le prossime rilevazioni dell'osservatorio.

Osservatorio-2-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

  • Travolto da un furgone mentre attraversa la Provinciale sulle strisce, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento