Parisi: «Non ci possono essere interventi esterni sul candidato sindaco»

Stefano Parini ritorna a Piacenza per lanciare il suo movimento "Energie per l'Italia"

Pierpaolo Gallini, Andrea Dossena e Stefano Parisi

Stefano Parisi è ritornato a Piacenza per lanciare dal “Barino”, durante un confronto pubblico moderato dal giornalista Andrea Dossena, il suo movimento “Energie per l’Italia”. Lo fa accompagnato dal referente locale Pierpaolo Gallini e da numerosi esponenti del centrodestra locale. Parini torna proprio mentre i partiti del centrodestra piacentino sono in crisi nella ricerca del candidato a sindaco. Da lui però non è arrivata alcuna indicazione precisa al riguardo. «Stiamo incominciando a girare l’Italia – ha spiegato alla stampa - con questo format per parlare con i cittadini, vogliamo organizzare un grande evento a Roma,  dove tiriamo le fila di questo Movimento. La politica deve tornare a essere una cosa seria. In politica oggi abbiamo dei rappresentanti non all’altezza del compito. Abbiamo bisogno di persone in gamba:  uno non vale uno in politica, dobbiamo ri-occuparci del nostro Paese». Parisi, stimolato dalle domande dei cronisti, ha parlato anche delle Amministrative di Piacenza. «Daremo una mano a Piacenza – ha detto Parisi -, il centrodestra deve trovare l’unità e un candidato, non faremo una lista però daremo una mano al centrodestra». Parisi conosce uno dei papabili: Lino Girometta. «Piacenza deve scegliere il suo candidato,  non ci possono essere interventi esterni. Si fa confusione quando si scelgono candidati dalla altro.  Oggi il centrodestra può vincere.  La giunta di sinistra ha dimostrato i suoi limiti, ora è necessario impegnarsi con maturità. Girometta l’ho conosciuto tanti anni fa, ma il candidato lo deve scegliere Piacenza». Parisi ha inoltre negato di aver incontrato di recente anche un altro possibile candidato sindaco del centrodestra: Luigi Cavanna. «No comment», si è limitato a dire, un non commento che però ci dice qualcosa sui movimenti interni al centrodestra. “Energie per l’Italia” non farà una lista tutta sua. «Daremo una mano al centrodestra, parteciperemo con qualche nostro rappresentante». 

Potrebbe interessarti