«Partirà da Bettola il rilancio della montagna»

La Lega presenta la visita del ministro Stefani: «Dodici tavoli tematici, tra cui agricoltura, economia, governance, fiscalità». Murelli e Pisani: «Porteremo i problemi nelle commissioni di Camera e Senato»

da sinistra, Scagnelli, Murelli, Morisi, Pisani e Pozzi)

«Abbiamo scelto questo luogo come simbolo della volontà di impegnarsi per e sul territorio. E' un messaggio di cambiamento e di volontà di dialogo con chi la montagna la vive. E la visita del ministro Stefani sarà un’occasione per cominciare a fare proposte concrete per la nostra montagna». Così la deputata della Lega, Elena Murelli, che dai 760 metri di Groppoducale di Bettola ha partecipato alla presentazione della visita del ministro per gli Affari regionali e per le autonomie, con delega alla montagna, Erika Stefani. Il ministro sarà a Bettola, il 16 febbraio, alle 15.30 nella Sala consiliare, dove incontrerà chi vive e lavora sui territori.

Oltre a Murelli, erano presenti il senatore Pietro Pisani, il commissario provinciale della Lega, Corrado Pozzi, il vice sindaco di Bettola, Nicola Scagnelli e Claudio Morisi, responsabile Enti locali Lega Alta Val Nure. La giornata con il ministro verterà sui temi previsti negli 11 tavoli proposti dalla Stefani. Fra gli argomenti da affrontare, la governance della montagna, l’agricoltura, lo sviluppo economico e il turismo (con il capitolo legato al trial e al mondo del fuoristrada), la fiscalità, la valorizzazione dell’enogastronomia e altri. «Porteremo i temi nelle commissioni competenti - ha affermato Pisani - a partire da quelle delle semplificazioni e dello sviluppo economico e del turismo». Secondo Pozzi, «c’è la necessità di differenziare i servizi irrinunciabili in montagna, adattandoli a ogni realtà. Vogliamo interrompere il circolo vizioso che porta all’abbandono e intraprendere quello diretto verso il rilancio».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • "..c’è la necessità di differenziare i servizi irrinunciabili in montagna, adattandoli a ogni realtà. Vogliamo interrompere il circolo vizioso che porta all’abbandono e intraprendere quello diretto verso il rilancio.." .. Mi e' venuto in mente Tognazzi fuori dal bar del Necchi che fa la supercassola al vigile! (mi scusi, sono stato sincero..)

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esasperato per i furti sparò ai ladri in cantiere: imprenditore condannato per tentato omicidio

  • Incidenti stradali

    Frontale alla rotonda, cinque feriti. I testimoni: «Un'auto stava sorpassando»

  • Fiorenzuola

    «"Nuovi" terreni per chi crea e da lavoro alla città». La minoranza: «Manca una visione d'insieme»

  • Cronaca

    In arresto cardiaco a 23 anni, i poliziotti delle volanti lo salvano con il defibrillatore

I più letti della settimana

  • Frontale alla rotonda, cinque feriti. I testimoni: «Un'auto stava sorpassando»

  • Esasperato per i furti sparò ai ladri in cantiere: imprenditore condannato per tentato omicidio

  • Due bimbi fuggono a piedi dal Nido per un cancello rimasto aperto, salvati dalla polizia locale

  • “Piacenza Nord” non c’è più, l’uscita autostradale è diventata “Basso lodigiano”

  • Lo rapina del cellulare poi si accorge che è un modello vecchio e lo riempie di botte

  • «Picchiato per motivi sindacali», fermato un uomo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento