Provincia, Fiazza (Pd): «Si proceda alla nomina dei consiglieri delegati»

Il consigliere provinciale lamenta i ritardi nell'assegnazione delle deleghe ad un mese dalle Elezioni

Christian Fiazza

«Si proceda alla nomina dei consiglieri delegati e si metta in moto l’ente». Lo chiede il neoconsigliere provinciale Christian Fiazza, esponente del Partito democratico, eletto lo scorso febbraio nell’aula di corso Garibaldi tra le fila della lista “Piacenza Unita” con 5.402 voti di preferenza ponderata. «È trascorso ormai un mese dall’insediamento di Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza, come presidente della Provincia. Eppure, nonostante l'ampio lasso di tempo, non sono ancora state affidate le deleghe ai consiglieri - incalza Fiazza -. È fondamentale sciogliere questo nodo istituzionale e dare il via all’operatività dell’ente, che si focalizza su temi cruciali quali l’edilizia scolastica, le infrastrutture stradali, lo sviluppo economico del territorio, l’ambiente e non solo». Fiazza aggiunge: «Mi auguro che la spartizione delle deleghe non sia ostaggio delle beghe politiche interne al centrodestra a Palazzo Mercanti, dove un giorno sì e l’altro pure emergono dissidi politici nella maggioranza. La Provincia di Piacenza deve e può essere realmente la “Casa dei Comuni”, come ha ribadito più volte Barbieri, purché resti libera dall’ingerenza dei compromessi partitici presenti nel Comune di Piacenza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento