Rancan, Tagliaferri e Callori: «I nuovi treni Rock fanno flop, pendolari stremati»

Attacco dei consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan, e di Fratelli d'Italia, Giancarlo Tagliaferri e Fabio Callori: «I nuovi convogli continuano a non essere sufficientemente capienti rispetto alle esigenze del flusso di viaggiatori che percorre quotidianamente la tratta Piacenza-Milano. La situazione è insostenibile: faremo pressioni sulla Giunta affinché risolva il problema»

«I nuovi treni “Rock” si stanno rivelando un vero flop. Sia chiaro: i nuovi convogli sono confortevoli, tuttavia sono “corti” e – stando a quando dice Trenitalia – non consentono l'aggiunta di carrozze ulteriori. Il risultato è quello di un treno moderno, confortevole, ma che non risolve il problema del pendolarismo fra Piacenza e Milano».

I consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan, e di Fratelli d'Italia, Giancarlo Tagliaferri e Fabio Callori sonocritici sui nuovi treni Rock, il nuovo convoglio regionale a doppio piano progettato e costruito da Hitachi Rail Italy che può essere a 4, 5 o 6 carrozze con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana.

«I nuovi convogli continuano a non essere sufficientemente capienti rispetto alle esigenze del flusso di viaggiatori che percorre quotidianamente la tratta Piacenza-Milano, tant'è che sono ancora troppe le persone costrette a rimanere in piedi sul vagone anche per lunghe tratte. La situazione è già insostenibile oggi, ad alcune settimane dalla messa su rotaie dei nuovi convogli. Figuriamoci quando saremo a metà mese quando l'affluenza sul treno aumenterà sensibilmente in concomitanza con le ferie estive», sottolineano i consiglieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Benché abbiamo portato il tema del pendolarismo all'attenzione della Giunta, con la quale abbiamo anche seriamente collaborato per arrivare a percorsi condivisi, oggi possiamo dire che la risposta dei treni “Rock” alle esigenze dei pendolari non è stata affatto risolutiva. Ora non ci resta che intraprendere un'azioen politica forte nei confronti del governo regionale, affinché si arrivi alla risoluzione del problema dei pendolari che sulla tratta Piacenza-Milano sono costretti a patire condizioni insostenibili. Del resto non abbiamo mai tollerato, né tollereremo mai che i nostri pendolari vengano considerati – e trattati – come fossero di serie “B” rispetto a quelli del resto del territorio dell'Emilia-Romagna», concludono.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento