Il Giornale: "Reggi affetto da delirio di onnipotenza anti-sociale"

Il Giornale di oggi, 30 marzo, prende di mira Roberto Reggi in un lungo articolo firmato da Gianni Filotto. Nel pezzo il giornalista parla del sindaco come "in una sorta di onnipotenza anti-sociale"

Il Giornale di oggi, 30 marzo, prende di mira Roberto Reggi in un lungo articolo firmato da Gianni Filotto. Nel pezzo il giornalista parla del sindaco come "in una sorta di onnipotenza anti-sociale" e in "caduta libera".

Nel pezzo viene ripercorsa la storia recente del sindaco. Dopo i successi dell'alleanza con Enrico Letta, la nomina del piacentino Pier Luigi Bersani alla segreteria del Pd "la stella di Reggi era salita ancora fino alla vicepresidenza dell'Anci, la potente organizzazione dei Comuni italiani presieduta dal sindaco di Torino Chiamparino".

I PENDOLARI - Purtroppo, continua il pezzo "la fine del suo secondo mandato è una via crucis", il sindaco sembra affetto da una "sorta di delirio di onnipotenza anti-sociale". Infatti il giornalista spiega questo "delirio" nella guerra tra il Comune e le migliaia di pendolari che ogni giorno vanno a Milano che usano le bici per andare in stazione e quindi con il provvedimento che vieta di parcheggiare le bici con la costruzione di parcheggi per le due ruote scomodi e lontani e con l’installazione di rastrelliere, poche, e infine con l'utilizzo dei vigili per la rimozione delle bici in 'divieto di sosta'.

PIAZZETTA PLEBISCITO - Ma questa non è la sola 'guerra' che Reggi ha in 'casa', c'è anche quella che che vede 2mila firme, con relativi cartelli di protesta, contro la proposta di abbattimento di 16 tigli storici e sani nella piazzetta Plebiscito. La sistemazione della piazzetta costa mezzo milione di euro e "In un periodo di crisi sarebbe meglio risparmiarli. Ma Reggi va avanti come un treno contro il muro dell’opinione pubblica locale mentre il Pd piacentino (che non vuole Reggi tra i piedi) sta a guardare in silenzio, in attesa del tonfo".

PALAZZO UFFICI - L'ultima 'grana' descritta nel pezzo è quella del "nuovo Palazzo del Comune. Un’opera faraonica, costosissima e fortemente contrastata. Reggi era già partito con la gamba sbagliata. La commissione che doveva scegliere il progetto doveva infatti essere composta anche da un professore ordinario di Scienza delle costruzioni. Ma la scelta dell’amministrazione era caduta su un docente che in realtà non era neppure laureato. La faccenda venne alla luce e il concorso saltò per aria. Ma il sindaco insiste, chissà perché, con questo progetto. Ma per ora è rimasto con il cerino in mano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA REPLICA DI REGGI - Il sindaco risponde a Il Giornale con una lettera in cui dice che essere oggetto di un articolo, anche se denigratorio, lo riempie d'orgoglio politico. E in cui precisa di aver sempre avuto con le categorie e con le persone della città che amministra da 9 anni un dialogo franco e costruttivo. Sottolinea inoltre che non è andato come un treno contro i muri dell’opinione pubblica locale, anzi, è stato rieletto con un notevole margine di vantaggio sull'avversario, sia nella prima che nella seconda consigliatura. E conclude che l'articolo di Filotto non può che essere un vanto e uno stimolo per fare meglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Valtrebbia, domenica di controlli e sanzioni sulla Statale 45 e nel fiume

Torna su
IlPiacenza è in caricamento