Rilancio del commercio, Trespidi: «Ridurre tassazione locale e commercio abusivo»

“Non c'è lavoro senza crescita economica. E non c'è crescita economica senza occupazione, produttività, creatività e innovazione. La città può ripartire solo se tutte le forze si uniscono: mondo delle imprese, università, società per i servizi, associazioni, fondazioni». Lo afferma, in una nota, il candidato sindaco Massimo Trespidi. «Nel nostro programma  - afferma - abbiamo inserito una moratoria quinquennale su aperture di nuove medie-grandi strutture commerciali. Vogliamo ridurre la tassazione locale, per chi ha un pubblico esercizio, attraverso la riduzione della Tari, perché agendo sui costi tutti ne trarranno benefici».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E' nostra intenzione – prosegue Trespidi – contrastare efficacemente il commercio abusivo, creando un piano commerciale coordinato della città. Abbiamo intenzione di incentivare l'apertura serale dei negozi con agevolazioni sui tributi locali. Crediamo che per incentivare il commercio occorre che la gente riesca a raggiungere il centro, per questo abbiamo trovato un'area in cui realizzare un nuovo parcheggio a servizio dei piacentini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento