San Damiano, dal 30 giugno sarà "distaccamento aeronautico"

E' giunta alla sede della Provincia la lettera in cui il sottosegretario di Stato alla Difesa, Gioacchino Alfano, parla del futuro di San Damiano

Da sinistra: Tommaso Foti, Katia Tarasconi, Giancarlo Tagliaferri, Francesco Rolleri e Matteo Rancan

E' giunta alla sede della Provincia la lettera in cui il sottosegretario di Stato alla Difesa, Gioacchino Alfano, parla del futuro di San Damiano: «A seguito degli approfondimenti effettuati a valle del nostro incontro dello scorso novembre, ritengo necessario comunicare che, allo scopo di dare compimento alla politica di razionalizzazione ed efficientamento dello strumento militarre, è previsto che alla data del 30 giugno, l'aeroporto di Piacenza assuma la configurazione di "distaccamento aeronautico", con la conseguente dismissione dei servizi aeroportuali e la cessazione delle attività di volo, se non per attività sporadiche ed emergenziali. Tuttavia la Difesa conferma la propria disponibilità ad avviare, congiuntamente con le autorità locali, l'esplorazione delle possibili aree di intervento per l'implementazione delle attività duali di comune interesse». La missiva è stata accolta positivamente dal presidente della Provincia, Franscesco Rolleri e dal sindaco di San Giorgio, Giancarlo Tagliaferri che l'hanno commentata con i consiglieri regionali Tommaso Foti (Fd'I) Katia Tarasconi (Pd) e Matteo Rancan (Lega Nord).

«Stavamo aspettando da tempo questa comunicazione - ha dichiarato Rolleri -. Da oggi possiamo cercare possibili partner. In campo ci sono diverse possibilità: una è quella che parte dell'area venga occupata dalla protezione civile e per questo stiamo aspettando, entro giugno il sopralluogo di Fabrizio Curcio, la seconda è quella che potrebbe riguardare la logistica in collegamento con la città». «Bene la lettera ma è fondamentale a questo punto il completamento della tangenziale: stiamo aspettando risposte da dicembre. Tutto il territorio è coeso a testimonianza della presenza dei diversi consiglieri regionali che hanno lavorato insieme», ha commentato Tagliaferri al quale fa eco Foti: «La struttura di San Damiano è subito utlizzabile e riconvertibile ma la tangenziale va finita e per farlo serviranno almeno due anni e mezzo». «Le potenzialità per la logistica ci sono - afferma Tarasconi -, non bisogna buttare via una struttura così importante per il territorio. È un inizio molto positivo e insieme cercheremo il miglior progetto possibile». Dello stesso avviso Rancan: «Continueremo a collaborare per il bene del progetto e per portare a casa un risultato».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Inizio anni '60 la 2^ aerobrigata, Lancieri Neri, di stanza a Cameri, fu soppressa, poi i resti furono trasferiti a S. Polo di Piacenza, o S. Damiano, come 50° Stormo (se non erro). Oggi non esiste né lo stormo, né l'aeroporto. Resta solo la memoria: Noi siamo sempre i Lancieri Neri di Cameri, nessun burocrate potrà mai cancellare i ricordi di gioventù.

Notizie di oggi

  • Politica

    Murelli al ministro Di Maio: «Salvaguardare i lavoratori della Sima&Tectubi»

  • Politica

    Bonaccini: «Mentre il Paese rallenta, l’Emilia-Romagna continua a correre»

  • Economia

    Fondazione Piacenza e Vigevano rientra in Crédit Agricole, rilevato l'1,1% di Fondazione Cariparma

  • Incidenti stradali

    Si schianta contro un'auto parcheggiata e la distrugge, poi si ribalta in mezzo alla strada

I più letti della settimana

  • Operaio investito e ucciso da un treno

  • Dopo lo schianto contro un terrapieno viene sbalzato nel canale: gravissimo

  • Cadeo, l’azienda “Selta Spa” chiede il concordato preventivo

  • Dopo lo schianto con un furgone si ribalta nel fosso: è gravissima

  • Si schianta contro un'auto parcheggiata e la distrugge, poi si ribalta in mezzo alla strada

  • Scout speed battuto: il controllo deve essere visibile e la multa va contestata subito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento