«Sicurezza sul lavoro: tolleranza zero. Basta morti sul lavoro»

Attivo Unitario dei metalmeccanici piacentini: il 14 giugno sciopero generale nazionale

Delegati di fabbrica dai quattro angoli della Provincia di Piacenza, qnella mattna di lunedì 3 giugno, in sala Nelson Mandela per l'Attivo unitario delle “tute blu” indetto da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil all'indomani dell'infortunio mortale sul lavoro a Calendasco il 21 maggio scorso. 

Un'assemblea plenaria dal duplice aspetto: da un lato la discussione su salute e sicurezza sul lavoro, in un'ottica di responsabilità condivisa («pratichiamo un percorso di consapevolezza che richiami ognuno alle proprie responsabilità: aziende, istituzioni e tutti noi. Mai più tragedie sul lavoro», è stato detto dai rappresentanti di fabbrica). D'altro canto, i metalmeccanici piacentini si sono dati appuntamento anche in vista di uno sciopero generale nazionale previsto il 14 giugno con le parole d'ordine “Futuro per l'industria”. Investimenti, aumento dei salari, democrazia e rappresentanza insieme al binomio salute-sicurezza sul lavoro formano la piattaforma rivendicativa attorno alla quale Fim, Fiom e Uilm chiamano alla mobilitazione gli operai. Da Piacenza, sono previsti diversi pullman di “tute blu” in direzione Firenze, città che insieme a Milano e Napoli accoglierà la protesta operaia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento