Slot machines a 500 metri dai luoghi sensibili: «Iter complesso, ma il Comune ha completato la mappatura»

Contrasto alla ludopatia, l’assessore Zandonella: «Condividiamo il grido d’allarme lanciato da Acli, è un problema sociale grave. Uscirà un nuovo bando Slot Free»

Sotto, l'assessore Luca Zandonella

Anche il Comune di Piacenza ha completato la mappatura delle sale slot situate sul territorio urbano e l’individuazione dei luoghi sensibili dai quali deve essere rispettata la distanza minima di 500 metri, trasmettendo agli esercenti interessati le note informative riguardanti la Luca Zandonella-11delocalizzazione, così come previsto dalla normativa regionale in materia. «Al momento – spiega l’assessore alla Sicurezza urbana, Luca Zandonella – sono al vaglio degli uffici competenti ulteriori provvedimenti, a conferma dell’impegno nel contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo e per la prevenzione delle ludopatie. L’Amministrazione comunale condivide il grido d’allarme lanciato da Acli, che giustamente pone l’accento su un problema sociale grave e purtroppo molto diffuso, che richiede soluzioni concrete e incisive. Al tempo stesso, i ricorsi amministrativi cui sono ad oggi esposte alcune municipalità del territorio dimostrano la complessità di attuazione di questo iter».

«Altrettanto importante – aggiunge l’assessore – è la sensibilizzazione che si realizza, ormai da alcuni anni, grazie al progetto regionale Slot Free, che a Piacenza conta sinora l’adesione di 42 esercizi virtuosi i cui titolari hanno rinunciato a installare apparecchiature per il gioco d’azzardo. Proprio negli ultimi mesi del 2018 la nostra Amministrazione ha partecipato al bando regionale che mette a disposizione contributi sino a 4000 euro, per iniziative di promozione proposte da esercizi slot-free, anche in collaborazione con associazioni giovanili e culturali. A breve – anticipa Zandonella – uscirà un nuovo bando, sempre collegato al progetto Slot free, che è nostra intenzione diffondere valorizzando in particolare, come punto di riferimento, i centri di aggregazione Spazio 2 e Spazio 4.0: crediamo infatti si tratti di un’opportunità importante, che può contribuire a far valere innanzitutto tra i giovani la testimonianza e l’esempio di commercianti che, con coraggio, hanno fatto una scelta precisa in termini di legalità, principi etici e valori sociali, a tutela della salute dei cittadini e della solidità delle famiglie».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Le slot al primo posto, ma io mapperei anche i 'centri massaggi cinesi' e i parrucchieri low cost (prevalentemente cinesi) che ultimamente stanno spuntando come funghi anche porta a porta ad esattamente un negozio simile. Vorrei sapere chi è che da via certe licenza.

  • ho visto l’assessore alla Sicurezza urbana Luca Zandonella definisce il gioco d'azzardo come «un problema sociale grave e purtroppo molto diffuso», ma mi sembra che la sua affermazione non sia troppo veritiera specialmente se si considerano i numeri riportati nell’articolo [url]http://www.ilpiacenza.it/attualita/gioco-d-azzardo-le-acli-il-comune-deve-adeguarsi-a-quanto-disp osto-dalla-regione.html[/url] nel quale è stato scritto che “A Piacenza e provincia, per tutte le tipologie di gioco d'azzardo, nell'anno 2017 sono stati spesi 497.710.702,37 euro (fonte Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) e si stima che siano oltre 3000 le persone cadute nella trappola dell'azzardo”. È vero che 3.000 persone sono tante, ma se si considera che si sta parlando di una popolazione provinciale di quasi 300.000 persone (quindi un fenomeno che riguarda circa l’1% della popolazione) mi sembra scorretto parlare di un qualcosa di molto diffuso

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violentata a 18 anni, arrestati i due amici 35enni

  • Cronaca

    Via Guerra, trovato senza vita in casa dopo giorni

  • Economia

    Acqua e tutela del territorio, occorre invertire la rotta

  • Cronaca

    Vicino alla stanza da letto 18 piante di marijuana, 32enne piacentino in manette

I più letti della settimana

  • Tir si ribalta e prende fuoco in A21, autostrada chiusa

  • Blitz nel campo nomadi, ecco parte della refurtiva: «Chi ha subito furti e la riconosce si rivolga ai carabinieri»

  • "Decolla" sullo spartitraffico e poi si schianta contro quattro auto in sosta, traffico in tilt

  • Schianto all'incrocio, auto si ribalta. Una donna all'ospedale

  • Centomila euro per amore alla ballerina di lap-dance, lei si difende: nessuna circonvenzione, solo un amico

  • Cercano di rubare in chiesa, il prete chiama la polizia. Arrestati tre piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento