Sversamenti nel Po, la Regione: “Nessun rischio per la salute”

A riferire la posizione di Bologna sul disastro ambientale del 23 febbraio scorso è il consigliere regionale del Pdl Andrea Pollastri: "Presto in arrivo 400 mila euro dall'Autorità di Bacino"

 

Non ci sarebbero rischi per la salute e le condizioni stesse del fiume non sarebbero preoccupanti. È questo, in estrema sintesi, il verdetto della Regione sullo sversamento di idrocarburi nel fiume Lambro del 23 febbraio scorso, che ha fatto temere il peggio anche per il Po.


L'Autorità di Bacino - un organismo di nomina governativa - ha prodotto una Relazione sullo stato delle acque durante e dopo al crisi da cui risultano dati molto rassicuranti. A parte la fase di emergenza, durata nel complesso sino al 5-6 marzo, e relativamente solo al Lambro ed alla parte del Po compresa tra la foce del fiume lombardo e Boretto in cui la concentrazione degli idrocarburi nell'acqua ha toccato il picco massimo di 12 volte la soglia consentita (12 mg/l), nel resto del fiume sino alla foce e nel mare i valori si sono mantenuti sempre molto al di sotto della soglia.

  Mi sento di rassicurare il sindaco Reggi e il collega di Monticelli  


Le analisi del periodo successivo al 9 marzo, infine, denotano la normalizzazione anche sul tratto piacentino, parmense e reggiano. La macchia oleosa, tuttavia, non è mai andata al di sotto dei due metri di profondità, ragion per cui ne le sponde del Po, ne i terreni circostanti, ne tanto meno le falde acquifere hanno mai fatto registrare nulla di preoccupante.


Con questi dati, il consigliere regionale Pollastri rassicura il sindaco Reggi e il primo cittadino di Monticelli, che nei mesi e nei giorni scorsi sono intervenuti sulla vicenda: "Mi sento di rassicurarli sia da un punto di vista dell'ambiente, affinchè non si creino ingiustificati allarmismi, sia dal punto di vista politico poiché il Governo ha dimostrato dia vere ben presente il problema e di saper intervenire con i suoi organi per monitorare la situazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Intanto, per le azioni di bonifica, sono in arrivo 400mila euro stanziati dall'Autorità di Bacino, che si aggiungono ai 3milioni già versati in marzo dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

Torna su
IlPiacenza è in caricamento