Un iscritto Pd ai segretari: «Perché Bariola si deve dimettere dal Consiglio?»

Il messaggio che l'iscritto Enzo Caprioli rivolge a Silvio Bisotti e Annalia Reggiani

Gianluca Bariola

«Perché Bariola si deve dimettere? La richiesta avanzata da Silvio Bisotti e Annalia Reggiani, in qualità rispettivamente di segretario provinciale e cittadino del PD, a Gianluca Bariola di dimettersi da consigliere comunale per far posto ad un altro è quanto mai singolare. Non solo per aver voluto rendere pubblica la loro posizione, del qual fatto non se ne comprende la ragione, ma anche per aver scelto esclusivamente la strada della corrispondenza e del rapporto epistolare con un proprio iscritto e dirigente senza neanche aver affrontato la questione nelle sedi opportune.

Non risulta infatti che vi sia stato nessun confronto all'interno degli organismi di partito a ciò deputati nel quale analizzare la questione e valutare con Gianluca il da farsi, sentendo e confrontando le opinioni di tutti. Ma di quale lealtà e collegialità parlano Bisotti e la Reggiani, richiamandone il rispetto a Gianluca, dato che il loro pronunciamento è puramente personale, in quanto non suffragato da nessun organo interno?

Per cui ad un iscritto al partito come il sottoscritto viene da chiedersi cosa spinga Bisotti e la Reggiani a prendere una posizione personale così perentoria nei confronti di un proprio dirigente e iscritto a favore di un’altra persona che non è nè iscritto e neanche si sa se voti per il PD. Quale recondita opportunità politica sta alla base del ragionamento? Dato che non se ne comprende nemmeno il meno nobile, ma pur sempre eventualmente motivabile, opportunismo politico?

Penso che in questa stagione di confusione istituzionale dove vengono messi in dubbio i principi della partecipazione democratica a discapito di un populismo qualunquista, debbano essere prima di tutto i dirigenti politici di lungo corso a mantenere i nervi saldi ed a dare per primi l’esempio con i propri comportamenti e la propria azione, cercando di avvicinare e tenere ben strette le ormai poche figure di valore che si avvicinano alla politica.

Gianluca Bariola è un giovane di cui tutti conoscono la qualità, un ragazzo da sempre portatore di valori ed ideali, non asservito a questo o a quello, che non affronta la politica con l’aspettativa della carriera; a giovani come lui la “classe politica” dovrebbe guardare con rispetto e ammirazione aiutandoli ed accompagnandoli nel difficile percorso dell’impegno politico, non cercando di stroncarne il “sogno”».

Enzo Caprioli

Iscritto al PD sezione di Piacenza 

Potrebbe interessarti

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Come tenere lontano i parassiti dagli animali domestici

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy

I più letti della settimana

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Rissa tra due famiglie poi spunta un coltello: ferito un uomo

  • Scontro in curva tra una moto e un furgone: feriti due giovani

  • Tre chili e mezzo di cocaina purissima nell'armadio: «Ecco la droga per la movida piacentina»

  • Travolto da un'auto sulla Castellana, gravissimo un ciclista

  • Sbalzati dalla moto: due feriti, uno è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento