Elisoccorso notturno extraregionale: ora è realtà. Funziona la sinergia tra i 118

Grazie agli accordi tra Emilia Romagna e Lombardia nella serata dell'11 dicembre è stato possibile soccorrere tempestivamente e trasportare immediatamente al centro traumi di Parma, la vittima di un incidente stradale avvenuto a Cadeo con l'elicottero di Brescia. Stefano Nani: «Integrazione tra mezzi di terra e servizi di eliambulanza fondamentale per soccorsi rapidi e professionali»

Un infermiere del 118 di Piacenza

Grazie agli accordi in essere tra la regione Emilia Romagna e la Lombardia che prevedono che i servizi di elisoccorso possano intervenire, anche al di fuori dei  territorio regionale, nella serata dell'11 dicembre, è stato possibile soccorrere tempestivamente e trasportare immediatamente al centro traumi di Parma, la vittima di un incidente stradale avvenuto a Cadeo. Sul posto, su chiamata della centrale operativa 118 sono intervenuti i sanitari dell'auto infermieristica del pronto soccorso di Fiorenzuola e l'ambulanza  della Pubblica Assistenza di Carpaneto. Contestualmente è stato attivato il servizio di elisoccorso, che in questi casi deve essere dotato dei dispositivi che permettono il volo notturno in assenza di luci. Poiché l’elicottero di Bologna era impegnato in altra di operazione di soccorso, è intervenuto il servizio di elisoccorso di Brescia.

«IlIMG_4096-2 sistema della gestione delle emergenze territoriali - dichiara Stefano Nani, coordinatore del Servizio di Emergenza Territoriale 118 della Usl di Piacenza - può contare oggi sulla sinergia tra i mezzi di soccorso avanzato dell’azienda, i mezzi convenzionati di Anpas e Croce Rossa e i servizi di elisoccorso. Questa integrazione garantisce ai cittadini tempi rapidi di intervento ed elevatissima professionalità soprattutto nei casi più complessi». «Grazie alla forte collaborazione tra Azienda Usl e sindaci - ricorda Stefano Nani - per garantire sicurezza e continuità di soccorso tra i mezzi di terra ed eliambulanza si stanno realizzando nella nostra provincia 19 punti di atterraggio attrezzati per elisoccorso. Molte di queste sono già pienamente operative, per altre sono in fase di ultimazione le verifiche tecniche necessarie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Resta grave la 23enne falciata da un’auto: sottoposta nella notte a un delicato intervento chirurgico

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento