← Tutte le segnalazioni

Disservizi

«Sbagliato riprendere il mercato il 29 aprile ai Chiostri del Duomo»

Piazza Duomo, 3 · Centro Storico

"Ho letto proprio qui su IlPiacenza che mercoledì 29 aprile si svolgerà il mercato ai Chiostri del Duomo. L'evento mi sembra oltre che fuori luogo anche insensato e spiego il perché. Va bene che in questo particolare momento le attività commerciali devono riprendere a lavorare, altrimenti l'economia va a rotoli. Ma in nome dell'economia non si possono fare errori macroscopici come quello del mercato del 29 aprile. Invece di combattere il Covid19 lo favoriamo? Inoltre ho avuto la conferma che i vari assessori dell'Amministrazione Comunale non si parlano fra di loro. L'assessore al commercio Stefano Cavalli non sa che via Pace è chiusa dal 27 aprile per l'asfaltatura? L'assessore alla Viabilità Paolo Mancioppi non l'ha comunicato in Giunta? Per i residenti solo disagi: sia per i lavori di asfaltatura e sia per lo svolgimento del mercato. Ci voleva troppa intelligenza per diversificare le due date? Come al solito ai residenti non ci pensa nessuno".

Pippo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Stai anteponendo l'interesse economico , forse personale , alla salute delle persone. Questo si che è scorretto!!!

    • Pippo, probabilmente con te sarà meglio rimandare questa discussione a quando l'Italia sarà costretta a subire un trattamento analogo a quello che qualche anno fa è toccato ai greci, perchè forse se poi sarai costretto a mangiare pane e cipolla magari anche tu rimpiangerai gli agi attuali. Tieni presente che un paio di mesi fa il debito pubblico italiano ammontava a quasi 2.500 miliardi di euro (!?!), ma fra qualche mese saranno molti molti di più e il patatrac potrebbe intravedersi all'orizzonte

  • Buongiorno Signor Pippo, visto che i giornali, e soprattutto la televisione, ormai parlano quasi solo di coronavirus, mi sarebbe stato impossibile non apprendere che Piacenza ha acquisito il triste primato italiano in fatto di indice di mortalità (sarebbe stato meglio conquistare altre corone, ma tant'è). Però, dopo quasi due mesi, avremmo dovuto/potuto cominciare a capire come comportarci per ridurre al minimo la probabilità di contrarre il virus. Certo, se saremo circondati da covid-ioti, sarà un po' più dura riuscirci, ma occorre pure considerare che anche finire in mutande non è una prospettiva troppo edificante

  • Condivido

  • Il Sig. Giorgio forse non è informato che Piacenza è la la provincia italiana con il più alto tasso di mortalità davanti a Bergamo e Lodi. Non si vuole criticare nessuno con nessuna scorrettezza, ma solo prendere atto della realtà.

  • mannaggia, è da quasi due mesi che, per combattere sto maledetto coronavirus con le armi spuntate della Sanità italiana, siamo costretti a sopportare una vita assurda, quindi è chiaro che ai più faccia piacere vedere l'inizio di qualche flebile riapertura, come per esempio quella del mercato, anche se solo alimentare. Chiaramente se poi il 29 aprile i banchi del mercato saranno frequentati da covid-ioti, che si abbracceranno, si stringeranno e si baceranno sulla guancia, allora ci sarà il forte rischio che dovremo tornarcene di nuovo tutta in "gattabuia", però criticare anche le prime timide aperture, mi sembra un po’ scorretto

Segnalazioni popolari

Torna su
IlPiacenza è in caricamento