«Vai a pettinare le bambole? No, io continuo ad arbitrare». Il direttore di gara insultato: «La mia passione viene prima di tutto». VIDEO

Parla Martina Felici, giovane arbitro protagonista del brutto episodio di domenica scorsa a Cortemaggiore: «Non capisco perché i genitori debbano rovinare il divertimento dei ragazzi»

Ha un’aria timida ma occhi sveglissimi Martina Felici. «Vuoi che racconti cosa è successo domenica scorsa? Ma non saprei proprio cosa dire». Poi quando si accende la telecamera emerge la parlantina sciolta e decisa di una ragazzina di sedici anni che ha idee chiarissime e un carattere d’acciaio. Domenico Gresia, presidente degli arbitri piacentini, è seduto accanto a lei e la ascolta ammirato, non riesce a nascondere un sorriso quando Martina spiega che «gli arbitri sono come una grande famiglia, quando sono con loro mi trovo bene».

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO E GUARDA LA VIDEOINTERVISTA SU SPORTPIACENZA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento