Calcioscommesse, Atalanta-Piacenza: la partita fu venduta due volte

Calcioscommesse. Gervasoni dichiara che la partita Atalanta-Piacenza (19 marzo 2011) fu venduta due volte: agli "zingari" e a un'altra organizzazione che faceva riferimento al calciatore Cesare Rickler e ai fratelli Cossato

Calcioscommesse. Atalanta-Piacenza (19 marzo 2011) fu venduta. Due volte. E' questo il nuovo particolare che si aggiunge alla già complicata inchiesta Last Bet. A fornire questo dettaglio è Carlo Gervasoni, l'ex difensore del Piace, del Mantova e del Cremona. Gervasoni era uno dei giocatori più attivi nella vendita delle partite. Dunque, la partita Atalanta-Piacenza (la partita dell'accordo con Cristiano Doni) fu venduta due volte.

La prima agli "zingari" e la seconda a un'altra organizzazione che faceva riferimento al calciatore Cesare Rickler e ai fratelli Cossato. "Rickler mi disse che c'era la possibilità di prendere dei soldi per perdere la partita - ha raccontato Gervasoni agli inquirenti -, io gli dissi di no. Poi con il fatto che me lo chiedevano anche Gegic e compagnia... Lui venne con i fratelli Cossato. Praticamente abbiamo venduto la stessa cosa a due gruppi".

Gervasoni ha infatti raccontato che i soldi, 80mila euro, alla fine arrivarono solo da Gegic (ritenuto dalla Procura il capo degli "zingari"), mentre, nonostante gli accordi, i fratelli Cossato non pagarono, adducendo la scusa che i conti nel frattempo erano stati bloccati. (Fonte Tgcom e Corriere.it)

 

 

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Moira g
    Moira g

    A questo punto non è meglio dividere la gestione precedente dall'attuale,magari chiamando la squadra ad esempio Fotball Club Piacenza,che proseguirà senza altre penalizzazioni il torneo di C? .Non mi sembra giusto punire oggi una squadra che si impegna e cerca di fare bene sul campo e vede vanificati i risultati per precedenti irregolarità.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esasperato per i furti sparò ai ladri in cantiere: imprenditore condannato per tentato omicidio

  • Incidenti stradali

    Frontale alla rotonda, cinque feriti. I testimoni: «Un'auto stava sorpassando»

  • Fiorenzuola

    «"Nuovi" terreni per chi crea e da lavoro alla città». La minoranza: «Manca una visione d'insieme»

  • Cronaca

    In arresto cardiaco a 23 anni, i poliziotti delle volanti lo salvano con il defibrillatore

I più letti della settimana

  • Frontale alla rotonda, cinque feriti. I testimoni: «Un'auto stava sorpassando»

  • Esasperato per i furti sparò ai ladri in cantiere: imprenditore condannato per tentato omicidio

  • Due bimbi fuggono a piedi dal Nido per un cancello rimasto aperto, salvati dalla polizia locale

  • “Piacenza Nord” non c’è più, l’uscita autostradale è diventata “Basso lodigiano”

  • Lo rapina del cellulare poi si accorge che è un modello vecchio e lo riempie di botte

  • «Picchiato per motivi sindacali», fermato un uomo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento