Daniele Cacia: «Ho sempre detto che avrei chiuso con la maglia del Piacenza: eccomi»

Presentazione nella sede di Antas a Gragnanino. L'attaccante: «Le aspettative su di me sono alte e mi piace così». Pighi: «Nelle ultime 72 ore abbiamo alzato ulteriormente le ambizioni del club». Matteassi: «Con Daniele accordo in 2 minuti, ora arriva il resto»

Oggi Daniele Cacia, a distanza di 8 anni, torna in biancorosso probabilmente per chiuderci la carriera. Innegabile che sia l’acquisto principe del mercato del Piacenza a prescindere da chiunque arrivi nelle prossime settimane. E’ il sesto cannoniere di tutti i tempi della nostra storia (52 reti in campionato, 61 in generale), ed è indiscutibilmente uno dei più amati dalla tifoseria biancorossa. La storia segue cicli con forme differenti, si diceva, Cacia si ripresenta a Piacenza - dove vive da anni con la famiglia - per la quarta volta nella sua carriera ma in Serie C per tentare di dare l’assalto a una promozione in B sfuggita due volte nella passata stagione. «Innanzitutto fatemi ringraziare chi ha permesso il mio arrivo - dice in prima battuta il giocatore, nella sede di Antas a Gragnanino - cioè la proprietà, con la famiglia Gatti e Pighi, insieme al ds Matteassi. E’ un giorno felice per me».

Leggi qui il servizio completo

Guarda la videointervista qui

Il punto sul calciomercato biancorosso qui

La campagna abbonamenti 2019/2020 qui

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Ritrovato senza vita il fungaiolo disperso in Valdaveto

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Il "Borgo dei borghi" 2019 è Bobbio

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

Torna su
IlPiacenza è in caricamento