mercoledì, 22 ottobre 13℃

Una Spa con capitale sociale di 200mila euro per il nuovo Piace

Lupa Piacenza, Gatti presenta il progetto ai tifosi: «Ci mettiamo soldi e faccia». Anche Guido Molinaroli, presidente della Copra Elior Volley è entrato nel progetto della nuova squadra

Emanuela Gatti 27 giugno 2012
5

Una Spa con capitale sociale di 200mila euro per il nuovo Piace. E' questo il progetto che i fratelli piacentini Marco e Stefano Gatti hanno presentato ai tifosi del Piacenza (una settantina circa) riuniti sul campo Calamari della Libertas Spes. «Abbiamo organizzato questo incontro - dicono - per spiegare il nostro progetto, che abbiamo anticipato in Comune con esponenti  del Comune e del comitato Salva Piace. Proponiamo ai tifosi la nostra idea che è la creazione di una Spa dove la famiglia  dei fratelli Gatti manterrà il 51 per cento, mentre il 49 per cento sarà a disposizione dei tifosi o di chi vorrà entrare. Il capitale sociale sarà di 200mila euro. Nel caso non ci fossero sottoscrizioni verseremo noi la differenza. Ci auguriamo a breve delle risposte a questo progetto. Come detto ieri, noi andiamo avanti per la nostra strada».

«Il progetto - si legge nel documento ufficiale di presentazione - ha come obiettivo sportivo il raggiungimento della terza divisione nazionale in un arco non superiore alle tre stagioni sportive. Pertanto fin dalla prossima stagione sportiva, il club si doterà, nel rispetto delle forze economiche preventivate, di valori tecnici adeguati con l'obiettivo prefissato. Le strutture societarie nonché lo staff tecnico e dirigenziale saranno di livello appropriato alla mission del progetto (ad esempio la possibilità dello stadio Garilli per le partite casalinghe). Inoltre, il settore giovanile riceverà investimenti appropriati per il rilancio del movimento quale volano per il futuro del club premiando la territorialità».

Ecco quanto è stato preventivato di spendere per le prossime tre stagioni: 2012-2013, eccellenza, 800mil euro. 2013-2014, Serie D, un milione di euro. 2014-2015, Serie D, un milione e 100mila euro. 2015-2016, Serie C, due milioni di euro. Guido Molinaroli, presidente della Copra Elior entra nel progetto dei fratelli Gatti.

Sempre nella brochure consegnata ai presenti si legge: «Crediamo che il patrimonio che lega il calcio a Piacenza sia rappresentato dall'identità a dai valori di cui sono intrisi i colori biancorossi. Siamo consci del fatto che le fondamenta e la probabilità di realizzazione del progetto non possono prescindere da un proficuo e passionale coinvolgimento della tifoseria e della territorialità. Infatti il progetto si prefigge si strutturare efficienti strategie condivise di pieno coinvolgimento del tifo e in questa direzione il club fornirà pieno sostegno ad iniziative volte alla diffusione e rivitalizzazione dell'identità piacentina come l'azionariato popolare e la festa biancorossa». Marco Gatti poi afferma: «Noi ci mettiamo i soldi e la faccia, e vogliamo vincere il campionato». Applauso dei tifosi. Polemiche anche molto accese sul comitato Salva Piace accusato di avere scopi di lucro e basta, e quando un tifoso urla: «Il Salva Piace deve sciogliersi e dare il marchio alla città» i compagni approvano urlando.

Per quanto riguarda lo staff della Lupa Piacenza ecco qualche nome: Carlo Sozzi allenatore, Marzio Merli direttore sportivo e Carlo Malchiodi team manager. (Sotto alcuni tifosi biancorossi presenti all'incontro)

 

Annuncio promozionale



reboli piacenza calcio tifosi curva

Mucinasso
piacenza calcio

5 Commenti

Feed
  • Avatar di Marek

    Marek Ah beh... se il direttore sportivo è Marzio Merli...

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di Han Solo

    Han Solo Ripeto.....quanti bei soldi che potrebbero finanziare altre attività sportive o essere donati a chi ne ha bisogno invece di sprecarli per questa cosa.

    il 28 giugno del 2012
    • Avatar di guan anelli

      guan anelli Ma ti riferisci di aiutare i nomadi???

      l' 1 luglio del 2012
  • Avatar di ilm 'ot

    ilm 'ot Che nasca un piace made in coop?

    il 27 giugno del 2012
  • Avatar di rinchietto

    rinchietto E se da un fallimento, ne nascesse un'opportunità !!!! Monti, è brutto dirlo, ma annota ..........vedi Argentina, ha tirato il tinello a tutti, ma a soli una decina di anni dal buco, è già considerata economia emergente !!!!! Ma tornando a noi, prendiamo tutto con le molle, ma Forza Piace !!!! Sento che c'è tanta voglia in città di tornare decentemente a vivere il calcio come anni fa, lasciando stare che giocheremo in uno stadio che porta il nome di un mito di Piacenza che ha preso la squadra in c2 e l'ha portata alla grande a vivere anni trionfali (x Piacenza) in serie A,per poi passare a chi porta lo stesso cognome per fare il percorso inverso, non accontentandosi di riportare il Piace in C2, ma addirittura di farcire il tortino con un bel fallimento, anticipato da una bella presa per c..o dei piacentini con la vendita bluff alla cordata d'autunno dei fenomi fallimentari, stile banda bassotti. Ripartiamo con entusiasmo e speriamo bene, di questi tempi poi .......

    il 27 giugno del 2012