Torna la Marcia delle Terre Veleiate, tre percorsi tra la Valchero e la Valchiavenna

Domenica 7 aprile dalle ore 8 alle ore 9,30 si potrà partire nella piazza davanti alla chiesa di Sant’ Antonino di Veleia (Lugagnano). Parte del ricavato verrà dato in beneficienza

Foto di repertorio

Sulla linea di partenza la sesta edizione della Marcia delle Terre Veleiate, una camminata non competitiva, fra le belle colline tra la Val Chero e la Val Chiavenna, organizzato dal G.S. Terre Veleiate QDD, affiliato al CSI Marce Piacenza, e supportata da tanti volontari presenti sui percorsi e nei ristori.

Domenica 7 aprile dalle ore 8 alle ore 9,30 si potrà partire nella piazza davanti alla chiesa di Sant’ Antonino, nella zona adiacente il Foro Archeologico di Veleia (fraz. di Lugagnano val d’Arda). I tre percorsi della marcia partono da Veleia e qui vi fanno ritorno, si parte dal 6 km, il circuito più semplice e breve per dislivello e difficoltà, andata e ritorno verso la vicina frazione di Rustigazzo +188 mt, passando per il Poggio; percorso medio 12 km il percorso che costeggia la zona del Parco provinciale +461mt immergendosi nei bellissimi boschi, attraversando le località dei Bacchetti, Sgarbozza, Monte di Veleia, Carignone, si tratta prevalentemente di sentieri e strada sterrata e l’ultimo di 18 km, il circuito più impegnativo, con un dislivello di +645 mt, questo si spinge verso loc. Lago Casella per ricongiungersi al percorso medio in località Sgarbozza, prosegue coinvolgendo per brevi tratti le strade e il territorio del comune di Morfasso, è sicuramente un percorso impegnativo e tecnico, ma la bellezza ripaga lo sforzo. Lungo i percorsi l’organizzazione ha predisposto i ristori collocati in zone strategiche e alcuni punti acqua. Sarà presente l’unità della Pubblica assistenza di Lugagnano Val d’Arda e lungo i sentieri e le strade l’assistenza dei volontari per rendere sicura la manifestazione. Al termine il ristoro finale sarà allestito nella piazza di Veleia, grazie ai volontari della Pro Loco, dove i partecipanti potranno gustare i prodotti enogastronomici tipici del territorio. Il contributo individuale, di 2,50 euro, è da corrispondere all’atto dell’iscrizione, per i gruppi più numerosi è previsto un riconoscimento. Parte del ricavato verrà dato in beneficienza. Consigliamo di dotarsi di calzature idonee, perché rispetto agli scorsi anni si sono privilegiate le strade sterrate e i sentieri nei boschi. Una bella occasione per passare una domenica piacevole nel verde primaverile delle nostre colline.  

Nella gallery sotto i tre percorsi

Potrebbe interessarti

  • «Centro diagnostico Rocca, eccellenza medica privata a supporto del sistema pubblico»

  • Perino e la curiosa storia della località "Due Bandiere"

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Piscine interrate: i costi e i tempi per averne una nel proprio giardino

I più letti della settimana

  • Bloccano un aggressore, poliziotti accerchiati e aggrediti al Peep

  • Prende a martellate la moglie, poi si accoltella al cuore: muore ex macellaio di Piacenza

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel campo, è gravissimo

  • La Polizia Stradale fa un controllo sull’A21 Piacenza-Cremona e spunta David Hasselhoff

  • Caos al Peep, Salvini: «Sono felice di cacciare il marocchino che ha aggredito la donna e il poliziotto»

  • Neonato di 8 mesi si ustiona all'Autogrill, portato in volo a Parma

Torna su
IlPiacenza è in caricamento