giovedì, 23 ottobre 18℃

Pizzo al Pettorelli: «Nella scherma come nella vita, mai arrendersi»

Paolo Pizzo, campione del mondo di spada individuale nel 2011 e che sarà alle Olimpiadi di Londra, è stato invitato al Circolo della scherma Pettorelli dal suo allenatore, Alessandro Bossalini

Riccardo Pavese 21 giugno 2012

«Nello sport, come nella vita, non bisogna mai arrendersi». Con queste parole si è presentato oggi pomeriggio, giovedì 21 giugno, Paolo Pizzo, campione del mondo di spada individuale nel 2011. L’atleta, che sarà alle Olimpiadi di Londra, è stato invitato al Circolo della scherma Pettorelli dal suo allenatore, Alessandro Bossalini.

Entusiasti i giovani spadisti del circolo che lo hanno accolto con un applauso. Di rito, poi, le fotografie di gruppo e la dedica personalizzata sulla foto del campione, accerchiato dai giovani schermidori.In sala d’armi, ad attenderlo anche il presidente Sandrino Bernardelli, e i maestri Milly Polidoro e Francesco Monaco.

Annuncio promozionale

Pizzo ha parlato della prova «in chiaroscuro agli ultimi europei, anche se vanno sottolineati i due ori nel fioretto maschile e femminile» e si è augurato che l’Italia della scherma «possa confermare a Londra la lunga tradizione di risultati positivi che hanno portato tante medaglie». Soddisfatto il “boss” che è riuscito a far arrivare a Piacenza un campione del calibro di Pizzo. Per gli atleti del Pettorelli, dopo la pausa estiva, l’attività riprenderà con i due campi estivi in programma in agosto a Farini.

Paolo Pizzo
Facsal
scherma

Commenti