giovedì, 24 aprile 10℃

Quasi 300 persone al raduno della Lupa al Garilli, «Il tifo è il 12esimo uomo»

Trecento persone tra ultras (con striscioni, fumogeni, e tanta voce) e gente comune si sono date appuntamento allo stadio Garilli per il raduno della Lupa Piacenza. Gatti: «Abbiamo voglia di vincere»

Emanuela Gatti 2 agosto 2012
6

Quasi trecento persone tra ultras (con striscioni, fumogeni, e tanta voce) e gente comune si sono date appuntamento allo stadio Garilli per il raduno della Lupa Piacenza. Il Garilli ha di nuovo preso vita. Sembra. E allora cori e canti di incitamento hanno tenuto compagnia ai giocatori della Lupa per un'ora buona mentre effettuavano i primi test atletici. Contemporaneamente nella sala stampa la dirigenza incontrava i giornalisti.

LUPA PIACENZA: TUTTA LA VICENDA

Presenti i presidenti, i fratelli Gatti, i vicepresidenti Paolo Seccaspina e Guido Sozzi e l'allenatore Carlo Sozzi. Alle loro spalle due manichini che vestivano le maglie con le quali si giocherà il campionato. Entusiasmo, voglia di giocare, di vincere, di farcela e la consapevolezza che è il campo il migliore e l'unico giudice di tutto. Questi gli ingredienti che la dirigenza ha avuto l'orgoglio di dichiarare alla stampa.

Così Marco Gatti: «Non abbiamo lasciato nulla di intentato, adesso però c'è tutto da fare. Abbiamo voglia di vincere e di dimostrarlo in campo». A confermare le sue parole quelle dell'allenatore Sozzi: «Il mio regno è il campo, la verità verrà da lì. Giocheremo in una categoria in cui si pratica un "calcio dilettante" sulla carta ma nella pratica siamo già più avanti come livello. Il mio è un gioco propositivo, un 4-3-3 se vogliamo parlare di numeri, la mia squadra deve imporre il suo gioco e la sua presenza».

Annuncio promozionale

«Il tifo è il 12esimo uomo e abbiamo 3 uomini che lavorano per noi per quanto riguarda il marketing. Crediamo che sia fondamentale riavvicinare la città alla squadra, riportarla allo stadio, farla di nuovo innamorare di questo sport», conclude così il presidente Marco Gatti. Intanto, fuori, riecheggiano i cori degli ultras.

Galleana

6 Commenti

Feed
  • Avatar di Ugo Moira

    Ugo Moira Un judista georgiano è scappato per non tornare al villaggio dopo aver perso le gara.
    Ma i ragazzi del Gatti ce le metteranno tutta senza scappare.Chi non ama il calcio
    taccia,chi lo ama lo segua.Dagg denter Piasensa!

    il 3 agosto del 2012
    • Avatar di castigamatt

      castigamatt ..a me questi stanno sui marroni....

      il 4 agosto del 2012
    • Avatar di Han Solo

      Han Solo Egr. Ugo Moira...
      io non amo il calcio, ma perchè dovrei tacere?, dico solo che questi soldi potevano essere impegnati per sponsorizzare altri sport  "minori" che però danno risultati "MAGGIORI" di quelli ottenuti ad ora da TUTTE le squadre di calcio di Piacenza e provincia.
      La mia non è solo una provocazione ma un dato di fatto ampiamente documentato.

      il 3 agosto del 2012
      • Avatar di Ugo Moira

        Ugo Moira Egregio Han Solo era solo una battuta! Ci mancherebbe altro che ci fosse un altro (io) che fa tacere la gente!Sono pienamente 'accordo che ci sono sport minori che
        danno maggiori soddisfazioni.Ma qui si tratta di scelte private e ne converrà il
        gioco del calcio attira più del biliardo.Cordiali saluti-

        il 3 agosto del 2012
  • Avatar di Franco

    Franco Forza Lupa!

    il 3 agosto del 2012
  • Avatar di castigamatt

    castigamatt Gatti si è preso un bell'impegno...non oso pensare cosa succederebbe se, nonostante i corposi investimenti finanziari, la sua squadra non riuscisse a vincere, anche perchè non è assolutamente valida l'equazione soldi = vittorie...

    il 3 agosto del 2012