venerdì, 03 luglio 25℃

/~shared/avatars/68120910773942/avatar_1.img

Andrea

  • Piacenza
Segui Contattami
Andrea

Andrea ha commentato:

" Ridicolo leggere che il giudice ha disposto il carcere giusto giusto perchè la risorsa rappresentava un pericolo per la moglie. Dell'aggressione ad un pubblico uffìciale, della resistenza all'arresto e via discorrendo, invece, non gliene frega un beato £$%& a nessuno. Che glie frega a un giudice, che la sera - fatto il suo compitino di passacarte - rincasa nella sua villetta, se l'agente di Polizia (per non finire lui sotto torchio per aver legittimamente piantato - al balordo ubriaco - due manganellate sulle ginocchia ed un paio sui fianchi) s'è dovuto invece improvvisare badante baby-sitter del balordo di turno e chiedergli (per piacere) a belle parole di smettere di dar di matto...e se nel mentre s'è preso calci, sputi e pugni? Che glie frega al giudice? ..mica se li prende lui!
Ma è così che deve funzionare per una certa mentalità predominante nell'opinione pubblica, nella stampa, nelle istituzioni... perchè sennò i poliziotti diventano dei pazzi, dei Rambo, degli esaltati, dei torturatori, dei violenti, dei repressi, dei razzisti e cos'altro volete aggiungere. E quindi sarebbe chiedere troppo se in queste situazioni, come succede ad esempio in UK o negli USA, i poliziotti, chiesto all'esaltato di calmarsi per metterlo in sicurezza, se si oppone e costituisce pericolo per se e per gli altri, si estrae la pistola Taser e si pone fine allo squallido spettacolo con una salutare e risolutiva scarica da 50.000V. E fine dei giochi. Sarebbe davvero troppo…eggià "
in

In carcere il nigeriano che ha pestato la moglie incinta salvata da alcuni senzatetto

lunedì, 18 maggio 7 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Fa sorridere, ma è un ghigno amaro, leggere "Gargamella" Dosi ed altri suoi sostenitori, esprimersi ed argomentare su iniziative come questa, ripensando all'infinita propaganda sarcastica che kompagni & Co. dissero (ed ancora dicono) in merito all'iniziativa nata in seno alla Lega (sulla falsa riga delle "Camicie verdi", per cui sono a processo per "banda armata" 34 militanti, ndr) e portata avanti dall'allora governo Berlusconi, del "Poliziotto di quartiere". Non perdo tempo ed esprimere le varie considerazioni in merito, ma viene da dire che qualcuno perlomeno farebbe più bella fìgura a stare zitto. Aggiungo, infine, un pensiero: siamo ridotti così grazie ad un certo pensiero catto-sinistroide (il nuovo mix di rammollimento morale e depravazione mentale, che il PD esprime appieno) che da una parte ha riempito senza limiti e senza logica il paese di ogni sorta di balordo, dall'altra ha depotenziato le FdO, ha svilito e reso insicuro il loro esercizio, con decreti e leggi varie ha svuotato le carceri da ogni sorta di sbandato, per evitare di riempirle di nuovo ha depenalizzato i principali reati contro il patrimonio ed i cittadini (quei reati che creano allarme sociale e ci fanno sentire tutti più insicuri, che creano degrado sociale e malessere nella popolazione), ha abrogato il reato di clandestinità e contestualmente ha iniziato l'illogico ed insensato esercizio di recupero di migliaia di persone in mezzo al mare. Individui dapprima ammassati in centri provvisori che poi s'è iniziato a spargere per il paese, obbligando - con ordini prefettizi - provincie e comuni d'Italia ad alloggiare queste persone che nessuno vuole. Questi non di rado delinquono, per ringraziare dell'ospitalità e dell'indennizzo di 900 euro/mese per fare niente che gli diamo pro-capite. Ma per lo statuto di rifugiato non sono nè perseguibili ne espellibili. Questi si sommano alle tante care (a compagni & catto-sinistroidi) RISORSE, che ogni giorno compiono ogni sorta di pòrcata nel ns. paese, ma sono rapidamente rimesse in strada con una RIDICOLA denuncia a piede libero, per effetto delle sopracitate leggi e decreti e di una certa MAGISTRATURA che gli artefìci di questa DERIVA SOCIALE sostengono (con la bava alla bocca) essere IMPARZIALE e APOLITICA. E così si finisce che gente comune, ESASPERATA per le continue scorribande dei soliti noti (che circolano impunemente per colpa delle istituzioni e la loro deriva eversiva), dopo aver lavorato tutto il giorno (o persone in pensione, lavorato tutta una vita), come succedeva nel Far ™West, si deve mettere davanti la porta di casa per fare la guardia al recinto con i buoi, ed evitare che qualcuno li venga a rubare nottetempo. E anziché gridare alla VERGOGNA che questo sta indicare, le ISTITUZIONE responsabili siedono dietro un microfono e parlano.... Meglio che non dico altro... e forse appunto bisognerebbe smettere di parlare come si fece in un lontano Ottobre! "
in

Controlli di vicinato a Mucinasso contro i furti, Dosi: «Potrebbe essere un modello per altre zone della città»

domenica, 17 maggio 4 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Da cittadino, vivo con rabbia questo delirante stato d'impotenza in cui hanno ridotto le forze dell'ordine e gli organi giudiziari. Hanno politicizzato il politicizzabile, svilito lo svilibile, svenduto lo svendibile, disarmato il disarmabile, distrutto tutto ciò che c'era di distruggibile. Siamo all'assurdo, con processi mediatici e non contro chi difende l'ordine pubblico e pacche sulle spalle a chi delinque e devasta.

Resta solo la dignità di coloro che, responsabilmente ed integrità, vestono una divisa o hanno un ruolo di comando all'interno dell FdO. So che sono la maggioranza e so che lavorano al loro meglio per garantire la sicurezza di tutti; anche la mia.
A questi ragazzi e uomini, ragazze e donne, va la mia sincera Solidarietà. Ma sento che non basta, che è un piangersi addosso inutile... Vorrei darvi di più; vorrei poter fare qualcosa che possa, un giorno non troppo lontano, restituirvi serenità nel compiere il vostro lavoro. Per riportare rispetto e riconoscenza verso chi serve lo stato ed i cittadini. Perchè le parole e basta non servono a niente... e qui si fa solo un gran parlare ma nessuno fa nulla... anzi, fa l'opposto. "
in

«I manifestanti che hanno danneggiato Milano sono dei vigliacchi»

sabato, 2 maggio 21 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Usare i giovani come "carne da macello" per inculcare e propagandare il delirio gender e utilizzarli per farsi pubblicità, per ottenere visibilità delle loro insulse iniziative e, per coloro che orchestrano e portano avanti queste campagne, raccogliere i "frutti" politici ed economici della loro militanza.. è davvero inaccettabile.
Nascondere dietro la becera copertura dell'educazione sessuale (che ritengo giusta) tutti i deliri e le perversioni possibili ed immaginabili, dando sfogo ad ogni sorta di delirio e di convincimento ideologico (da instillare coercitivamente nelle plasmabili menti degli adolescenti), come sta avvenendo con questa iniziativa, è davvero ODIOSO e DEPRIMENTE. Perchè offende la dignità dei nostri fìgli e li usa come merce della loro propaganda. Cosa c'è di peggio di tutto questo? ..forse nemmeno la mafia!

Volgo il mio pensiero ad un grande presidente e uomo, Vladimir Putin, che ama la sua patria e la difende da questo CANCRO mediatico e sociale, pur sempre nel rispetto della libertà personale degli individui, ma nella CATEGORICA difesa dell'integrità morale e mentale dei minori. "
in

Educazione alla sessualità a scuola: genitori di un 13enne chiedono l'esonero del figlio

venerdì, 20 marzo 10 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Sai cos'è che non torna? ..che se per evitare queste situazioni utilizzano sistemi universalmente applicati nel resto del mondo, qualche idiota con lo smartphone li filma, e per 1 mese leggiamo e sentiamo di poliziotti violenti, abuso di potere, fascisti, assassini, ACAB e tutto il resto del repertorio.
Poi scatta l'identifìcàzione e la sospensione degli agenti, qualche zelante e fancàzzìsta di magistrato apre un'inchiesta (a furor di popolo), il fermato (con un avvocato pagato da noi) sporge denuncia per lesioni e chiede il risarcimento danni, casomai emerge qualche incongruenza o vizio nella procedura d'arresto ed il tizio passa dalla parte della ragione, i poliziotti passano mesi - se non anni - tra avvocati, procedure disciplinari interne e pressione dei media ...e gli agenti passano tutto questo tempo chiedendosi "chi me l'ha fatto fare?".
Quindi succede quasi sempre così: balordi che si danno "alla macchia" nei campi e non vengono inseguiti. Gente che resiste all'arresto e minaccia ed aggredisce fisicamente più agenti. Volanti oggetto di danneggiamenti ogni volta che si ferma un personaggio su di giri. Risse e danni in questura nelle camere di detenzione o di interrogatorio. E via discorrendo.
Finchè vige tra l'opinione pubblica questa mentalità (da evirati mentali) del poverino e dei "diritti di tutti e di tutto", tranne il buon senso ed il rispetto della Legge e delle regole, del pregiudizio contro le FdO... continueremo a leggere queste notizie. Ed anche peggio. "
in

Rissa in via Colombo, minaccia di morte e aggredisce gli agenti: arrestato un 39enne

domenica, 1 marzo 8 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Un sincero augurio a tutti di pronta guarigione, però se la gente allacciasse le cinture, eviterebbe di finire nei fossati o in mezzo alle carreggiate... E poi, l'auto che ha sbandato aveva pneumatici idonei ed in condizioni conformi per la circolazione? ...sempre che sia effettivamente accaduto quanto ipotizzato, ovvero una perdita di controllo del mezzo nel tratto successivo al ponte, e che il tutto non dipenda da dolo di chi era alla guida (leggasi, ad esempio, velocità sostenuta oppure colpo di sonno).
Chi guida dovrebbe capire che certe regole del codice della strada vanno rispettate non per evitare di prendere la multa, ma per la propria sicurezza, di chi si trasporta e degli altri utenti della strada. Senso civico e rispetto degli altri, insomma... merce rara, per non dire estinta, in questa società sconnessa dalla realtà e dai valori fondamentali.. "
in

Scontro frontale tra due auto a Le Mose: tre feriti, gravissimo un 37enne

domenica, 11 gennaio 2 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" La vita è un cerchio... io auguro fortemente a questi magistrati e giudici di finir vittime dei loro scelte. Giusto per, almeno una volta, subire le conseguenze della loro inerzia e, spesso, della deriva politica che condiziona le loro scelte.
Lesione multipla, tentato omicidio, porto abusivo d'arma, il tutto a somma di reati precedenti.. che non sussista il rischio di fuga o reiterazione del reato poi è tutto da dimostrare. E voglio vedere cosa ci diranno i cari togati se, casomai, il pìrlùn si ritrovasse una "visita a sorpresa" da parte di qualcuno degli amici feriti.. "
in

Accoltellamento di piazza Cavalli, 20enne denunciato a piede libero: tentato omicidio e lesioni

il 29 dicembre del 2014 20 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Ok, tra un anno (forse anche meno) inizieranno a piangere che non hanno i soldi per la manutenzione, per il personale, che è stato un errore acquisirlo e bla bla... e - indovinate amici - verrà SVENDUTO a qualche amichetto o cooooperativa.. O perchè no, adibito per il "sociale", tipo profughi, senza tetto, ROM, balordi vari. Eggià, l'edificio simbolo di questa città, ridotto poco più che la sede di un centro sociale... si, si, già lo vedo. Potrebbe essere l'occasione per fare quello che, nelle fasi cruente dell'ultimo Conflitto, qualcuno valutò di fare: riempire le fondamenta di plastico e... "ka-boom!". "
in

Palazzo Farnese è del Comune, Reggi: «L’amministrazione è attiva, sono al loro fianco»

il 22 dicembre del 2014 3 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Immigrati clandestini, occupatori di stabili privati, campi abusivi, organizzazioni eversive, assalitori che distruggono mezzi della polizia per "manifestare", che aggrediscono (impuniti) agenti delle FdO, borseggiatori, spacciatori, possessori di sostanze stupefacenti, lavoratori in nero clandestini (e le varie Koop che li fan lavorare come stagionali tramite terzi), favoreggiamento dell'immigrazione ed omissione dei controlli sui "migranti" (come li chiamate voi)... la lista è lunga. Tutte fattispecie associabili o difese da una certo mondo "sinistro".

Ribadisco, per me si può iniziar da domani a rispedire a casa i "mao mao" che delinquono (non ci serve questa gente, giusto?) e re-instituire controlli e regole sui flussi migratori. Come costruire nuove carceri per detenere tutti coloro che, italiani e non, commettono reati. O riorganizzare le forze di polizia per eliminare sprechi, destinando poi il doppio degli attuali fondi, per permettere un vero controllo capillare del territorio. Ma sento già le vostre lagne: "stato di polizia!".
Se sostieni che è "la destra" che è contraria a queste misure (per difendere Berlusconi, ovvio..), dimmi quale forza "di sinistra" sarebbe a favore? O quale proposta "forcaiola" ha proposto quella parte politica in questi 50 anni. Io vedo solo eversione. "
in

Castello, spaccata nella notte nel negozio di calzature: danni ingenti

l' 1 dicembre del 2014 5 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Eh ma vedi, non è che io prova gusto a dire "chiedete ai sinistri". Ma è il loro "leitmotiv" quello dell'integrazione senza se, senza ma. Dell'entriamo nell'Euro senza se, senza ma. Del cediamo tutte le sovranità senza se, senza ma. Dell'Europa aperta e unità dei 28 (ed un domani 36) senza se, senza ma. Sono loro (insieme ai radicali) che autodenunciano l'Italia alla Corte Europea perchè ci sono 10 carcerati in una cella da 7. Come hanno denunciato l'Italia per i respingimenti (anzi, IL respingimento) in attuazione dell'accordo con la Libia del fu Gheddafi. Sono loro che hanno promosso i vari indulti e svuota carceri (di concerto con il pensiero dei vari bacia-banconi, nel nuovo connubio catto-comunista). Sono loro che hanno abolito il reato di clandestinità (raccontando che c'era solo in Italia). Sono loro che con centri sociali & Ko. istruiscono clandestini su come arrivare qui, come occupare (anzi, okkupare) stabili e fare allacci abusivi. Come muoversi clandestinamente tra i vari paesi europei (salvo che poi ce li rimandano indietro). Sono loro che difendono i campi nomadi, anche quelli abusivi. Sono loro che strillano al razzismo ogni volta che c'è di mezzo qualche straniero in una storia di cronaca o ribellione sociale (dove eccezionalmente a subire sono i primi), ripetendo che ci sono anche i delinquenti italiani (peccato che le percentuali di chi delinque ormai siano palesi… tranne a loro). Sono loro che promuovono le droghe libere e che hanno voluto la depenalizzazione per spaccio e possesso. O deliri come "l'uso personale".
Poi però quando per comprarsi il fumo o la dose (come in questa notizia) i loro amici tossici fanno varie porcate, ti vengono a dire che la colpa è di Forza Italia che ha depenalizzato il reato di falso in bilancio per salvare Berlusconi. Lo ribadisco: per me il "nano" può schiattar domattina. In carcere.
Ma però insieme a tutto il resto di questa banda di ATTORI, che si atteggiano nel più grande inganno sociale degli ultimi secoli: la finta democrazia rappresentativa, recitata attraverso una classe politica al soldo delle multinazionali, della massoneria, delle banche e delle varie organizzazioni sovranazionali.

E per meglio rispondere alla tua domanda aggiungo: spiegami cosa può fare chi la pensa diversamente da quelli descritti sopra, considerato che un partito fuori dal coro ha visibilità = zero e qualora > 1 diventa osservato speciale e - al bisogno - oggetto di visite da DIGOS e indagini della magistratura? Ti ricordo che quando Haider in Austria ottenne, tramite LIBERE e democratiche elezioni, un importante consenso (ma percentualmente pur sempre irrisorio) ed i suoi eletti entrarono nel Governo, la democratica e liberale Europa (all'unanimità) dopo mesi di propaganda vergognosa (in violazione delle sovranità degli stati, dei trattati internazionali che vietano l'ingerenza nella politica degli stati, e del buon senso) arrivò a SANZIONARE l'Austria. Sino ad ottenere lo scopo (rovesciare il voto dei cittadini austriaci). E dove non bastano questi mezzucci, si passa alla gogna mediatica, alle inchieste giudiziarie e se non basta, alle rivolte di piazza e se non basta ancora alla guerra civile (v. Ucraina). O la soppressione fisica o politica del "nemico". Questo è il modello "democratico" europeo. Lo stesso modello che, per arricchire i soliti, senza tante remore, con un "click" e la complicità della finanza internazionale, ha declassato i paesi sacrifìcàbili (come se fossero una proprietà privata da svendere o un ramo d'azienda da tagliare), gli hanno affibbiato nomignoli irridenti (PIIGS), depredato i capitali di quegli stati, rovesciato governi scomodi, causando e portando avanti una recessione-indotta di diversi lustri, condannando alla miseria milioni di cittadini Portoghesi, Spagnoli, Greci, Italiani, Irlandesi, Ciprioti, etc.
E' UN CANCRO IRREVERSIBILE e DEVASTANTE. Siamo tutti spettatori paganti di una brutta messa in scena, che siamo obbligati a guardare ogni giorno. E se permettete, anche se so che non può niente, anzichè applaudire, io urlo il mio schifo!
Se gli illusi, che siano di sinistra o cos'altro, voglio continuare ad applaudire a comando...prego. Ma non mi vengano a far dottrina. "
in

Smantellano un bagno intero per rubarne i pezzi: arrestati due piacentini

l' 1 dicembre del 2014 20 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Ridicolo leggere che il giudice ha disposto il carcere giusto giusto perchè la risorsa rappresentava un pericolo per la moglie. Dell'aggressione ad un pubblico uffìciale, della resistenza all'arresto e via discorrendo, invece, non gliene frega un beato £$%& a nessuno. Che glie frega a un giudice, che la sera - fatto il suo compitino di passacarte - rincasa nella sua villetta, se l'agente di Polizia (per non finire lui sotto torchio per aver legittimamente piantato - al balordo ubriaco - due manganellate sulle ginocchia ed un paio sui fianchi) s'è dovuto invece improvvisare badante baby-sitter del balordo di turno e chiedergli (per piacere) a belle parole di smettere di dar di matto...e se nel mentre s'è preso calci, sputi e pugni? Che glie frega al giudice? ..mica se li prende lui!
Ma è così che deve funzionare per una certa mentalità predominante nell'opinione pubblica, nella stampa, nelle istituzioni... perchè sennò i poliziotti diventano dei pazzi, dei Rambo, degli esaltati, dei torturatori, dei violenti, dei repressi, dei razzisti e cos'altro volete aggiungere. E quindi sarebbe chiedere troppo se in queste situazioni, come succede ad esempio in UK o negli USA, i poliziotti, chiesto all'esaltato di calmarsi per metterlo in sicurezza, se si oppone e costituisce pericolo per se e per gli altri, si estrae la pistola Taser e si pone fine allo squallido spettacolo con una salutare e risolutiva scarica da 50.000V. E fine dei giochi. Sarebbe davvero troppo…eggià "
in

In carcere il nigeriano che ha pestato la moglie incinta salvata da alcuni senzatetto

lunedì, 18 maggio 7 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Fa sorridere, ma è un ghigno amaro, leggere "Gargamella" Dosi ed altri suoi sostenitori, esprimersi ed argomentare su iniziative come questa, ripensando all'infinita propaganda sarcastica che kompagni & Co. dissero (ed ancora dicono) in merito all'iniziativa nata in seno alla Lega (sulla falsa riga delle "Camicie verdi", per cui sono a processo per "banda armata" 34 militanti, ndr) e portata avanti dall'allora governo Berlusconi, del "Poliziotto di quartiere". Non perdo tempo ed esprimere le varie considerazioni in merito, ma viene da dire che qualcuno perlomeno farebbe più bella fìgura a stare zitto. Aggiungo, infine, un pensiero: siamo ridotti così grazie ad un certo pensiero catto-sinistroide (il nuovo mix di rammollimento morale e depravazione mentale, che il PD esprime appieno) che da una parte ha riempito senza limiti e senza logica il paese di ogni sorta di balordo, dall'altra ha depotenziato le FdO, ha svilito e reso insicuro il loro esercizio, con decreti e leggi varie ha svuotato le carceri da ogni sorta di sbandato, per evitare di riempirle di nuovo ha depenalizzato i principali reati contro il patrimonio ed i cittadini (quei reati che creano allarme sociale e ci fanno sentire tutti più insicuri, che creano degrado sociale e malessere nella popolazione), ha abrogato il reato di clandestinità e contestualmente ha iniziato l'illogico ed insensato esercizio di recupero di migliaia di persone in mezzo al mare. Individui dapprima ammassati in centri provvisori che poi s'è iniziato a spargere per il paese, obbligando - con ordini prefettizi - provincie e comuni d'Italia ad alloggiare queste persone che nessuno vuole. Questi non di rado delinquono, per ringraziare dell'ospitalità e dell'indennizzo di 900 euro/mese per fare niente che gli diamo pro-capite. Ma per lo statuto di rifugiato non sono nè perseguibili ne espellibili. Questi si sommano alle tante care (a compagni & catto-sinistroidi) RISORSE, che ogni giorno compiono ogni sorta di pòrcata nel ns. paese, ma sono rapidamente rimesse in strada con una RIDICOLA denuncia a piede libero, per effetto delle sopracitate leggi e decreti e di una certa MAGISTRATURA che gli artefìci di questa DERIVA SOCIALE sostengono (con la bava alla bocca) essere IMPARZIALE e APOLITICA. E così si finisce che gente comune, ESASPERATA per le continue scorribande dei soliti noti (che circolano impunemente per colpa delle istituzioni e la loro deriva eversiva), dopo aver lavorato tutto il giorno (o persone in pensione, lavorato tutta una vita), come succedeva nel Far ™West, si deve mettere davanti la porta di casa per fare la guardia al recinto con i buoi, ed evitare che qualcuno li venga a rubare nottetempo. E anziché gridare alla VERGOGNA che questo sta indicare, le ISTITUZIONE responsabili siedono dietro un microfono e parlano.... Meglio che non dico altro... e forse appunto bisognerebbe smettere di parlare come si fece in un lontano Ottobre! "
in

Controlli di vicinato a Mucinasso contro i furti, Dosi: «Potrebbe essere un modello per altre zone della città»

domenica, 17 maggio 4 commenti

Andrea

Andrea ha commentato:

" Da cittadino, vivo con rabbia questo delirante stato d'impotenza in cui hanno ridotto le forze dell'ordine e gli organi giudiziari. Hanno politicizzato il politicizzabile, svilito lo svilibile, svenduto lo svendibile, disarmato il disarmabile, distrutto tutto ciò che c'era di distruggibile. Siamo all'assurdo, con processi mediatici e non contro chi difende l'ordine pubblico e pacche sulle spalle a chi delinque e devasta.

Resta solo la dignità di coloro che, responsabilmente ed integrità, vestono una divisa o hanno un ruolo di comando all'interno dell FdO. So che sono la maggioranza e so che lavorano al loro meglio per garantire la sicurezza di tutti; anche la mia.
A questi ragazzi e uomini, ragazze e donne, va la mia sincera Solidarietà. Ma sento che non basta, che è un piangersi addosso inutile... Vorrei darvi di più; vorrei poter fare qualcosa che possa, un giorno non troppo lontano, restituirvi serenità nel compiere il vostro lavoro. Per riportare rispetto e riconoscenza verso chi serve lo stato ed i cittadini. Perchè le parole e basta non servono a niente... e qui si fa solo un gran parlare ma nessuno fa nulla... anzi, fa l'opposto. "
in

«I manifestanti che hanno danneggiato Milano sono dei vigliacchi»

sabato, 2 maggio 21 commenti