Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davanti all'ospedale sull'attenti e con le sirene accese: «Grazie a tutti. Ce la faremo»

 

Le forze dell'ordine hanno reso onore a tutti i medici, infermieri, operatori sanitari piacentini che stanno combattendo la durissima battaglia contro il Covid-19 che nel nostro territorio ha mietuto quasi 600 vittime e contagiato migliaia di persone. Volanti della Polizia, Polstrada, Polizia Locale, Carabinieri del Radiomobile e Guardia di Finanza si sono schierati alle 12.30 davanti all'ospedale in via Taverna e dopo aver fatto il saluto alla visiera ed essersi messi sull'attenti hanno acceso le sirene per rendere onore e ringraziarli per quello che stanno facendo, poi il lunghissimo applauso lunghissimo e reciproco, perché tutti stanno combattendo la stessa guerra e tutti con le lacrime agli occhi.  Presenti anche il direttore generale dell'Usl Luca Baldino e i medici dell'Esercito: «Grazie davvero. Non molleremo e ce la faremo». Tanti i cittadini che hanno applaudito dalle finestre.

E' balzata tuttavia all'occhio, ed è pesata, l'assenza dei vigili del fuoco, perché evidentemente non avvisati, impegnati anch'essi in prima linea e senza sosta nella battaglia contro il Coronavirus anche con una squadra Nbcr (nucleare, biologico, chimico e radiologico) in servizio h24 al comando provinciale di strada Valnure che va ad intervenire in situazioni di casi sospetti Covid affiancando anche i sanitari del 118 nell'accesso alle abitazioni e anche in incidenti stradali o in tutte le situazioni che richiedono la massima protezione. Procedono alla decontaminazione di mezzi e protezioni e di tutto il materiale utilizzato garantendo sempre la massima sicurezza ed efficacia non facendo mai mancare aiuto e supporto nella filiera del soccorso che ha il solo scopo di fermare il contagio anche tra il personale operante in quel determinato momento. Non solo, i vigili del fuoco con questa specializzazione, che si è sempre rivelata fondamentale in molteplici e complessi scenari, da giorni stanno formando coloro che si occupano della decontaminazione di mezzi e personale alla fine ogni servizio Covid al centro ad hoc allestito dietro la centrale del 118. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento